Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Appena conclusa la conferenza inaugurale della mostra

Ecolamp arriva a Napoli con “Lamp&RiLamp”


Ecolamp arriva a Napoli con “Lamp&RiLamp”
24/11/2009, 16:11

La mostra
A partire da martedì 24 fino a domenica 29 novembre, la mostra polisensoriale “Lamp&RiLamp” ideata da Ecolamp
sarà aperta al pubblico di Napoli alla Rotonda Diaz (Via Caracciolo) dalle ore 9.00 alle ore 19.00.
Si tratta della decima tappa del tour che si concluderà a dicembre 2009 dopo aver toccato 11 città con lo scopo di far conoscere agli italiani il corretto comportamento da adottare nel momento in cui abbiano in casa una lampadina fluorescente a basso consumo esaurita. L’iniziativa di Ecolamp ha ottenuto il Patrocinio da parte del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, nonché dal Comune di Napoli. "La sensibilità nella nostra città per il risparmio energetico e per un corretto smaltimento differenziato delle lampadine riceverà un forte impulso dall'iniziativa di Ecolamp - dichiara l'Assessore all'Ambiente Rino Nasti - Le lampadine esaurite sono una tipologia di rifiuti fortemente inquinante se non differenziata
correttamente e per questo auspichiamo una capillare diffusione presso la cittadinanza delle procedure di smaltimento
".

La strategia di Ecolamp
Questo progetto rappresenta per Ecolamp la vera sfida a convertire in comportamento reale la differenziazione dei RAEE di categoria R5, ossia le sorgenti luminose a fine vita. Siamo fortemente convinti della necessità di eliminare i circoli viziosi attraverso l’informazione” afferma Fabrizio D’Amico, Direttore Generale di Ecolamp. “Per questo riteniamo fondamentale il contatto diretto con le famiglie e le scuole, che abbiamo voluto coinvolgere attivamente e che riteniamo siano il fulcro per lo sviluppo di comportamenti virtuosi nella quotidianità”.

Il consorzio Ecolamp e la mission
Ecolamp, il principale consorzio senza scopo di lucro per la raccolta e lo smaltimento di apparecchiature di illuminazione, costituito nel 2004 dalle principali aziende nazionali ed internazionali del settore illuminotecnico, gestisce in tutto il Paese un servizio di ritiro, trasporto e trattamento delle apparecchiature di illuminazione a fine vita. Il Consorzio ad oggi offre i propri servizi ad oltre 2.000 centri di raccolta comunali in tutta Italia e ha provveduto a fornire oltre 6.000 contenitori in comodato d’uso gratuito da posizionare nelle isole ecologiche per un investimento totale di 1,5 milioni di euro.
Nella provincia di Napoli negli ultimi due anni sono stati smaltiti 9998 chilogrammi di lampade esauste nei 31 centri di raccolta con un incremento del 409% nei primi 8 mesi del 2009 rispetto al totale del 2008, e altri 1620 chili attraverso il servizio Extralamp (fornito dagli installatori illuminotecnici coordinati dal Consorzio).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©