Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Elisa Di Francisca, campionessa olimpica di fioretto, parte per l'Africa con Intervita Onlus


Elisa Di Francisca, campionessa olimpica di fioretto, parte per l'Africa con Intervita Onlus
05/10/2012, 10:00

Elisa Di Francisca, la nuova regina del fioretto olimpico, mette a disposizione di Intervita il suo entusiasmo e tempo libero per aiutare i bambini del Sud del Mondo.

 

«Voglio partire per il Continente Nero — aveva annunciato ad agosto la giovane marchigiana — Ho avuto tanto dalla vita, credo sia il momento di restituire qualcosa.”.

Dalle parole ai fatti: Elisa Di Francisca partirà a metà ottobre per il Kenya con Intervita.

 

Elisa è una persona solare, abituata a manifestare le sensazioni in maniera diretta, senza concessioni alla finzione. Fin dal primo incontro è scattata la scintilla! Noi di Intervita non vediamo l’ora di farle conoscere i nostri progetti, le insegnanti e soprattutto i nostri bambini. Siamo sicuri che sarà per lei un’esperienza forte e il primo capitolo di una bella e lunga “storia” con Intervita.

 

Per Informazioni:

Ufficio Stampa Intervita Onlus
Greta Nicolini

Tel. (+39) 02.36.21.53.45  Cell. (+39) 347.52.79.744

info@intervita.it http://www.intervita.it

 

Chi è Intervita

 

L’Associazione Intervita Onlus è presente in Italia dal 1999 con la sede di Milano. E’ un'organizzazione non governativa di cooperazione allo sviluppo, aconfessionale, apartitica e indipendente, che ha l'obiettivo di migliorare le condizioni di vita delle fasce più deboli di popolazione nei paesi nel Sud del mondo. Per la realizzazione di progetti di sviluppo a medio e lungo termine Intervita Onlus opera con partner locali presenti nei Paesi del Sud del mondo. La peculiarità di Intervita Onlus è quella di realizzare progetti di sviluppo integrato: sceglie cioè di intervenire in zone con un alto indice di povertà dove, operando in diversi ambiti contemporaneamente (salute, istruzione, sicurezza alimentare, produzione, diritti dei bambini e delle donne, sostenibilità ambientale, partecipazione comunitaria), si propone di creare solide basi per uno sviluppo reale e duraturo delle comunità.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©