Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Entra nel vivo la programmazione musicale di Nea.


Entra nel vivo la programmazione musicale di Nea.
11/09/2012, 12:21

Entra nel vivo la programmazione musicale di Nea. Per il ciclo Nea | Live appuntamento venerdì 14 settembre 2012 (ore 22.00, ingresso libero) con gli Slivovitz, ovvero Vincenzo La Magna al basso, Salvatore Rainone alla batteria, Marcello Giannini alla chitarra, Ciro Riccardi alla tromba, Derek Di Perri all'armonica, Pietro Santangelo al sassofono, Riccardo Villari al violino.

Da Napoli all'etichetta newyorkese Moonjune, la band nata a Napoli nel 2001 è riuscita a portare nel mondo la tradizione del migliore jazz-rock italiano. La musica degli Slivovitz parte dalle radici del jazz-rock e del progressive partenopeo, in cui brillarono nomi come quelli di Osanna e Napoli Centrale, per traghettarle verso contaminazioni nuove, etniche, mediorientali.

Le influenze vanno dalle esplosioni rumorose alla John Zorn all'ironia Zappiana, dal jazz-rock di Canterbury a quello più classico. Le contaminazioni mediorientali, kletzmer e gitane sono, invece, ben percepibili nell'incipit di Zorn a Surriento o in Dammi un Besh O. Arrangiamenti garbati e gusto per la melodia distinguono alcuni dei loro temi migliori, come nella riuscita Né Pesce (legata dal punto di vista del titolo, con un ironico richiamo, alla precedente Né Carne). Nei loro live gli Slivovitz mettono insieme brani originali con altri elementi in linea con la loro “napolitanità”: suoni caldi, esecuzioni espressive, l'incursione di testi in dialetto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©