Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Equilibrio imperfetto, primo romanzo di Aldo Turtur


.

Equilibrio imperfetto, primo romanzo di Aldo Turtur
11/02/2009, 13:02

Introspezione malinconica, accoppiata ad un gustoso umorismo. "Equilibrio impeferfetto" è romanzo onirico e surreale. Primo "lungometraggio" su carta del medico napoletano Aldo Turtur, mischia atmosfere del pittore Bosch e l'ironia di una fiaba. E' una storia immaginari con sentimenti poco immaginari. I personaggi del libro, ambientato in un paesino all'interno di un vulcano, cercano l'equilibrio, come gli uomini. Un equilibrio raggiunto da qualcuno, che per altri non arriverà. Mai. Per le ultime figure c'è anche "la preghiera della diversità", di pagina 51.

Dio della terra che sorvegli tutte le creature
Dona a questo neonato frutto dell'amore
Una vita senza insidie e senza tormenti
Lascia che torni a te prima di essere sfiorato
Dal male o dall'irrisione
Fa che il mondo lo accolga e nel tuo nome rispetti
la sua diversità

Elementi teologici, laicismo, allegoria e attualità, sono le basi del romanzo. Un viaggio attraverso la malattia, l'imperfezione, la diversità. Antonio, il dottore, indagherà su un morbo che parte dai neonati. Scaverà metaforicamente nel vulcano, scenografia infernale, fino a scoprire, o meglio ad intravedere, il meccanismo imperfetto della vita, che non è necessariamente il male. E' pur sempre equilibrio.

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©