Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Storia, tradizioni e sapori del territorio vesuviano

Ercolano:"Incanti vesuviani" - Uno spettacolo di scienza, arte e musica


Ercolano:'Incanti vesuviani' - Uno spettacolo di scienza, arte e musica
23/06/2010, 08:06

La seconda edizione di “Incanti vesuviani storia, tradizioni e sapori” è organizzata per il secondo anno consecutivo da Archeoclub d’Italia Onlus sede di Torre del Greco, con la collaborazione del Museo dell’Osservatorio Vesuviano INGV, sede storica in Ercolano, di Slow Food, dell’Associazione Strada del Vino Vesuvio e dei prodotti tipici vesuviani, dell’Unione Astrofili Napoletani e di ProNatura sez. Torre Vesuvio.
Un evento patrocinato dalla Regione Campania, dai Comuni di Torre del Greco e di Ercolano, dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - Osservatorio Vesuviano, dal Dipartimento di Pianificazione e Scienza del Territorio dell’Università degli studi di Napoli “Federico II”, da Marenostrum, dall’Unione Astrofili Napoletani e da ProNatura sez. Torre Vesuvio.
“La manifestazione segue l’intento primario di Archeoclub, precisa Paola Cropano che fa parte dei consiglieri e della segreteria tecnico-organizzativa dell’associazione torrese – che è quello di tutelare, conservare e valorizzare il patrimonio storico, artistico e culturale presente in Italia e, nel caso specifico,  nel territorio vesuviano. Ed è per questo motivo che l’Archeoclub ha scelto come luogo uno dei musei più importanti al mondo, con la possibilità di viverlo in una serata, quella del 26 giugno, presso la sede storica del Museo dell’Osservatorio Vesuviano in Ercolano, ad iniziare dalle ore 20.00”.
Un evento che unisce gli aspetti scientifico-culturali (l’osservazione della volta celeste), lectures geologiche e storico-archeologiche di esperti, degustazione dei tipici vini vesuviani ed altri prodotti locali, a momenti di musica, di  letteratura e di arti figurative legati al territorio.
“Il Leitmotiv sarà, ovviamente, il territorio vesuviano e le sue caratteristiche uniche al mondo che, continua Paola Cropano, grazie ad Archeoclub, alle associazioni ed ai professionisti che animeranno la serata, potrà essere ancora più apprezzato e valorizzato.
Il riscontro dello scorso anno è stato più che positivo, le previsioni di partecipazione del pubblico sono state abbondantemente raggiunte, il gradimento e successo della serata ci ha stimolati all'organizzazione della seconda edizione”.
 Il programma della serata è davvero interessante. Alle ore 20.00, dopo l’accoglienza, è prevista una visita al Museo dell’Osservatorio Vesuviano INGV. Seguiranno i saluti di Michela Tappeto - Presidente Archeoclub d’Italia Onlus sede di Torre del Greco, di Marcello Martini - Direttore della sezione INGV di Napoli "Osservatorio Vesuviano”. Per le 21.15 è previsto l’approfondimento del legame tra la Geologia e la produzione del vino. Ospiti della serata saranno il professore Franco Ortolani -  Direttore Dipartimento di Pianificazione e Scienza del Territorio presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” –, Paolo Caputo – Funzionario della Soprintendenza Speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei –, il professore Jean - Pierre Brun du Centre Jean Bérard - CNRS, Napoli – e Alberto Capasso - docente del master Slow food.
Alle ore 22.00 è prevista l’osservazione della Luna al telescopio, a cura dell’Unione Astrofili Napoletani; alle 22.30 la degustazione di alcuni vini tipici dell’area vesuviana accompagnata dalla musica della tammorra di Luigi Vituperio e dalla voce di Rosaria Ascione. Voci narranti dell’evento: Giuseppe Della Monica, Angela Gelardi e Antonio Mennella.
All’interno del percorso saranno esposte opere d’artisti contemporanei.
L’evento è su invito per un massimo di 120 persone.
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi ad archeoclub_tdg@yahoo.it
 
Nella foto: Sede storica dell'Osservatorio Vesuviano INGV in Ercolano.
 

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©