Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Eventi: domani Lucariello al Lanificio 25


Eventi: domani Lucariello al Lanificio 25
25/02/2010, 10:02


NAPOLI - In anteprima, al Lanificio 25 di Porta Capuana a Napoli, dal progetto/album Veleno Fertile il concerto di Lucariello con installazioni video, su tessuto trasparente, realizzate da Francesco Paciello con la collaborazione dei ragazzi del progetto: "TANTI OCCHI UNA SOLA STORIA" attivo nella favela di Rocinha a Rio de Janeiro.
violoncello: Arcangelo Caso
chitarra: Vince Carpentieri
basso: Fluido
batteria: Domingo Colasurdo
Il laboratorio “Veleno Fertile”, progetto di formazione professionale è stato realizzato da The Co2 Crisis Opportunity Onlus con il contributo dell’Assessorato Istruzione, formazione e Lavoro della Regione Campania, in collaborazione con il Comicon, per la produzione del disco del rapper napoletano Lucariello, “Veleno Fertile”. Il progetto destinato a 16 ragazzi tra i 14 e i 18 anni, studenti delle scuole professionali e dei licei nei contesti disagiati e emarginati della realtà campana. Veleno come Verità, Vuoto, Violenza, Vigliaccheria, Fertile come Fantasia, Fiducia, Fusione, Futuro. In un tempo dove neanche più il rifiuto riesce a nutrire i fiori, tutto sa di veleno, di nocivo per la vita. Può il veleno diventare fertile? Può trasformarsi in qualcosa che mescola, che stimola, che dà vita? Non è più una domanda, è un'esigenza. Imparare a guardarsi dentro, spremere la vita, raccoglierne il prezioso veleno distillandolo con le meravigliose macchine della creatività e della musica per estrarne l'elisir che sublima.
Il progetto "Veleno fertile" ha coinvolto gli studenti della controversa Napoli nella realizzazione di un prodotto discografico per tradurre le difficoltà e la rabbia quotidiane in produzione artistica. Il fenomeno dei musicisti “neomelodici” spesso legati ai clan camorristici rischia di rappresentare Napoli. Lucariello si oppone con fermezza alla rassegnazione e superficialità neomelodica rappresentando l’altro musicale della città, i ragazzi che dicono no alle dinamiche malavitose che si insinuano nella loro realtà e cercano attraverso la musica il ponte che li metta in salvo e li unisca.
Il Casting è stato scelto tra gli studenti di 7 licei della periferia di Napoli (Ottaviano: Liceo Diaz, Giugliano in Campania: Istituto De Carlo, Arzano: Liceo Giordano Bruno, Scampia: Liceo Elsa Morante, Caserta: Liceo Canzoni, San Cipriano di Aversa: Liceo scientifico, Napoli: Istituto Tommaso Campanella), tra candidati esaminati da commissioni composte di artisti impegnati nelle attività dell’associazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©