Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Eventi: Futurismi italiani e l'immaginario della nazione a Napoli


Eventi: Futurismi italiani e l'immaginario della nazione a Napoli
22/10/2009, 10:10


L’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa nel marzo 2007 è stata tra i membri promotori del Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario del manifesto futurista, che si è costituito nel 2008. 
Nell’ambito delle iniziative per le celebrazioni del centenario a partire da venerdì 23 Ottobre l’Università Suor Orsola Benincasa promuove un seminario di studi e due mostre sul tema.  Il seminario di studi I Futurismi italiani e l’immaginario della Nazione: letteratura, arti visive, comunicazione si terrà il 23 ed il 24 ottobre all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa (Sala Villani) con la partecipazione di autorevoli studiosi, tra i quali il Giuseppe Galasso, Walter Pedullà, presidente del Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario del manifesto futurista, Emma Giammattei, Pietro Frassica della Princeton University e Pasquale Scialò. La prima sessione del seminario è dedicata ai rapporti del Futurismo con le diverse espressioni artistiche e le moderne forme di comunicazione, la seconda, mette in luce alcune interpretazioni regionali e individuali del Movimento. L’incontro sarà anche l’occasione per presentare i primi risultati dello studio dell’Archivio Gherardo Marone, custodito presso la Biblioteca Nazionale di Napoli ed annunciare la pubblicazione del volume “La Diana e Vela Latina: il Futurismo delle riviste napoletane” a cura di E. Bufacchi e S. Zoppi Garampi (Napoli, Macchiaroli), con importanti documenti inediti dello stesso Archivio.
La mostra Archivi del Futurismo. Ritratti dall’Archivio Marone, a cura di Silvia Zoppi Garampi e con l’ideazione multimediale di Marina Vergiani verrà inaugurata venerdì 23 Ottobre alle ore 19-30 al Pan - Palazzo delle Arti Napoli dove resterà in esposizione fino al 23 Novembre.
Saranno in mostra 60 documenti manoscritti dell’Archivio, saranno consultabili più di 400 scansioni digitali delle carte dell’Archivio e di pagine de «La Diana», la rivista fondata da Marone e pubblicata dal gennaio 1915 al marzo 1917, e dell’Antologia della Diana, pubblicata nel 1918. Dunque un’ampia scelta di scritti che testimonia la rete di rapporti culturali creata da Marone, e consente di mostrare momenti salienti della presenza letteraria e artistica del Futurismo nel Mezzogiorno. Infatti tra i corrispondenti di Gherardo Marone sono presenti, tra gli altri, scrittori legati al movimento d’avanguardia quali Filippo Tommaso Marinetti, Guillaume Apollinaire, Paolo Buzzi, Carlo Carrà, Auro D’Alba, Filippo De Pisis, Lionello Fiumi, Luciano Folgore, Corrado Govoni, Armando Mazza, Alberto Savinio, Ardengo Soffici.
Vi sarà, inoltre, un’installazione teatrale e un’accurata scelta di letture, sempre da testi dell’Archivio, in filodiffusione offrono ai visitatori esempi importanti, ma poco conosciuti, della produzione letteraria italiana del Novecento. Sempre venerdì 23 Ottobre alle 20-30 avrà luogo un’installazione e azione teatrale a cura di Francesco Saponaro con Giovanna Giuliani e Marco de Notaris.
La mostra Corrente del Golfo. Parisio e Roehrssen futuristi a Napoli verrà inaugurata sabato 24 ottobre alle ore 17.30 nel Museo dell’Opera dell’Università Suor Orsola Benincasa e resterà aperta fino al 23 gennaio 2010.
La mostra accoglie opere d’arte provenienti dall’Archivio Fotografico di Giulio Parisio, uno dei più importanti per la storia della fotografia futurista italiana, e dalla pregevole collezione privata di Guglielmo Roehrssen, ultimo rappresentante del futurismo partenopeo. L’esposizione è allestita a cura di Stefano Causa, Sergio Prozzillo e Silvia Zoppi Garampi, con la collaborazione dell’Archivio Fotografico Parisio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.