Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Eventi: la magia del quartetto irlandese Vanbrugh a Villa Pignatelli


Eventi: la magia del quartetto irlandese Vanbrugh a Villa Pignatelli
12/05/2010, 10:05


NAPOLI - Giovedì 13 maggio (ore 20) nella Veranda neoclassica di Villa Pignatelli terzo appuntamento del Maggio dei Monumenti-Maggio della Musica, la rassegna che coniuga arte e musica anche grazie alla collaborazione con la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale. Il terzo concerto vedrà protagonista il quartetto irlandese Vanbrugh e il direttore artistico della rassegna Sandro De Palma. In programma il Quartetto n. 3 in mi bemolle maggiore per archi op. 30 di Pëtr Il’IČ Čajkoskij e il Quintetto n. 2 in la maggiore per pianoforte e archi op. 81 di Antonín Dvořák.
The Vanbrugh Quartet composto da Gregory Ellise e Keith Pascoe (violini), Simon Aspell (viola), Christopher Marwood (violoncello) gode di una solidissima reputazione nel mondo della musica da Camera, tant’è che sono oltre settanta i concerti che annualmente il quartetto realizza negli Usa, in Europa, in Asia e nei più prestigiosi festival europei. In Italia è stato ospitato più volte, sin dal 1994, anno della loro prima tournée. Oltre che per la Radio Televisione Irlandese, l’ensemble effettua spesso registrazioni per la Bbc e ha inciso attualmente 25 cd, per lo più per la Hyperion. Nel 1996 il Quartetto ha fondato il Festival di musica da Camera di Cork che è oggi uno dei maggiori eventi del calendario musicale europeo.
A eseguire Dvořák.con il Quartetto Vanbrugh ci sarà Sandro De Palma che oltre ad essere direttore artistico del Maggio della Musica dal 1998, è da anni uno dei pianisti italiani più amati all’estero. Tra le tappe più significative della sua carriera ricordiamo nel 1993 l’esecuzione integrale degli Studi di Chopin al Festival Internazionale “Arturo Benedetti Michelangeli” quindi, nel 1998, il suo debutto alla Wigmore Hall di Londra con i 24 Preludi di Chopin. E ancora nel 2000 (su invito del maestro Juri Temirkanov) a San Pietroburgo l’esecuzione del Concerto n. 1 di Franz Liszt con la Filarmonica di San Pietroburgo. Nel 2001 è stato protagonista con Bocelli e Ilia Kim sotto la guida di Donato Renzetti, della prima esecuzione di “…malinconia, ninfa gentile” per canto, due pianoforti concertanti e orchestra d’archi di Azio Corghi. E sempre in prima assoluta, nello stesso anno, ha eseguito il Concerto per pianoforte e orchestra di Michele Dall’Ongaro.

La rassegna Maggio dei Monumenti/Maggio della Musica è organizzata dall’ Associazione Maggio della Musica, presieduta da Luigia Baratti. Main sponsor la BNL- Gruppo BNP PARIBAS.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©