Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Vince la prima edizione del concorso Michele Gaudiomonte

Eventi: lo Smac chiude con grandi numeri


Eventi: lo Smac chiude con grandi numeri
13/10/2010, 13:10


SALERNO - “I giovani hanno bisogno di spazio. Una verità ancora più imponente se si parla di arte ed artigianato, perché conosciamo bene quanto sia complesso entrare a far parte del mondo del lavoro e di settori così delicati”, spiega Pasquale Salsano, presidente dell’Associazione SMAC. “Organizzare al meglio una bella vetrina e qualche interessante contatto direttamente col mondo produttivo è la nostra vera mission, oltre che valorizzare e tutelare le produzioni Made in Italy. Ecco com’è nato lo SMAC tre anni fa e con quale spirito sta crescendo vertiginosamente di anno in anno”.
Sono le parole commosse e felici dell’ideatore del Salone della Moda, dell’Arte e della Cultura, giunto alla sua terza edizione e promosso da Camera di Commercio e da Casartigiani Salerno.
Oltre 50 espositori per oltre mille metri quadrati nella cornice del Grand Hotel Salerno, ecco di cosa stiamo parlando. Una edizione fondamentale anche per aver dato il via alla prima edizione del Concorso Nazionale per Giovani Stilisti Emergenti, realizzato assieme al regista e selezionatore di moda Stefano Bini della Elevent e a diversi esperti del settore provenienti soprattutto dalla Toscana. 9 i ragazzi che sono stati selezionati a partecipare alla finale dell’11 ottobre provenienti da: Reggio Calabria, Udine, Salerno, Roma, Taranto, Cagliari, Catania, Livorno e Perugia.
A trionfare con un deciso stacco di punti il giovane stilista Michele Gaudiomonte di Castellaneta (TA) con la sua mini-collezione “Cerchi Magici – Sogno di una notte di mezza estate”. Cerchi ed anelli che si rincorrono in forma geometrica o in dipinto, i colori del mare dal blu notte al viola e tessuti leggeri, un grande talento che assieme al secondo e terzo classificato si recherà a luglio 2011 a partecipare a Mare d’Amare a Fortezza da Basso (FI).
Inoltre per lui anche uno stage formativo presso una nota Casa italiana di moda mare ed intimo: la Christies di Milano.
Tante le attività che in questi tre giorni si sono susseguite sul palco centrale del grande spazio espositivo: convegni, performance artistiche, spettacoli teatrali e musicali nonché laboratori di pittura per ragazzi. Un gran mix di ingredienti che hanno riunito artisti ed artigiani, in erba ed esperti, tutti attorno ad un unico obiettivo: confrontarsi e crescere affrontando le problematiche di un settore delicato ma molto affascinante. Così tra abiti da sposa e abiti d’epoca, borse e creazioni gioielli, oggetti realizzati con materiale riciclato e le aziende enogastronomiche in molti hanno potuto vivere una lunga festa che rinnova il suo appuntamento per settembre 2011 con la quarta edizione dello SMAC.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©