Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

La conduttrice: "Non sei un uomo d'onore"

Fabrizio Corona non va in Tv e Barbara D'Urso si infuria


Fabrizio Corona non va in Tv e Barbara D'Urso si infuria
14/12/2009, 17:12

Quando il trash sembra poter trovare un limite invalicabile, entrano in scena il giusto mix di "ingredienti" e personaggi (Barbara D'Urso, Domenica 5, Fabrizio Corona ecc) e, come per incanto, si scorgono nuovi siderali confini di scaramuccia televisiva a buon mercato. Dopo la sua sfuriata a Matrix con tanto di mano fratturata, Fabrizio Corona  da clamorosamente buca a Barbara D'urso che, dopo aver preparato accuratamente un "lungo dibattito che doveva durare un'ora e mezza" per una puntata speciale di "Domenica 5", va su tutte le furie ed bacchetta il noto paparazzo; rivolgendogli un potente "tu non sei un uomo d'onore".
L'altrettanto famosa conduttrice non ci sta ed incalza:"Noi avevamo un regolare contratto, abbiamo lavorato a lungo su questo dibattito e lo faremo lo stesso, con gli ospiti in studio. Corona fa tanto il duro e poi si ferma per un'infezione alla mano? Allora gli voglio dire: dice di essere un uomo di onore...per me gli uomini d'onore sono altri. Sono arrabbiata - ha concluso - perchè è una grande mancanza di rispetto nei confronti di chi ha lavorato molto".
Il chiacchierato fotografo aveva infatti demandato ad una segretaria l'onore di disdire la sua partecipazione al programma di Canale 5 a causa di un'infezione alla mano. A quanto pare, però, i forfait dell'ultimo quarto d'ora non vanno giù alla presentatrice napoletana la quale, ad un certo punto della puntata, si vede però arrivare in studio una telefonata (a quanto pare non concordata) da parte di Gabriella, madre di Fabrizio Corona e vedova dello stimato giornalista Vittorio. La donna sembra essere ancora più contrariata della D'Urso e, durante il suo intervento, tra mea culpa finali ed accuse generalizzate a quello che è "un mondo che ha costruito una cattivà gioventù", difende con le unghie e con i denti il suo eterno enfant terrible. Non solo:"Io non condivido molti comportamenti di mio figlio, e questo lo sa tutta l'Italia - precisa subito dopo la signora Gabriella -. però mio figlio, nel fondo del suo cuore, è sempre stato un bravo ragazzo".
"
Sono stanca - ha poi aggiunto - di sentire tutti i giorni, da anni, le trasmissioni su Fabrizio senza tener conto che c'è una famiglia in casa che ha una identità e che merita del rispetto; io vedo mio nipote, mio figlio, mia nuora sempre su tutti i giornali, e sono stanca di tutta questa situazione.
Nella selva rassicurante e giustificatrice dei luoghi comuni e delle colpe di un mondo bastardo, trova un po' di posticino anche una piccola ma importante autocritica:"Sicuramente - ha infatti concluso la signora- io non sono stata una brava madre se mio figlio si comporta così male. Non bisogna giudicare gli altri senza sapere cosa c'è nelle famiglie".
Il lusso di non vedersi giudicati (e magari condannati), però, appartiene probabilmente a chi non decide di fare della sua vita un continuo show smargiasso e materialista; a chi non combina foto-scoop a tavolino perchè non può fare a meno di vivere in un certo modo, a chi non è patologicamente egocentrico e disposto, appunto, a fare della propria compagnia, del proprio bimbo e della propria vita privata un perpetuo e vuoto reality.
Corona è quasi sicuramente divenuto vittima sacrificale di un personaggio estremo quanto assolutamente poco originale e "piatto" nella sua ossessione di giocare al ragazzo ribelle.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©