Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

FAI, ciclo di appuntamenti dal titolo “La Baia in Fondo al Sentiero”,


FAI, ciclo di appuntamenti dal titolo “La Baia in Fondo al Sentiero”,
05/09/2011, 16:09

Il FAI - Fondo Ambiente Italiano e l’Area Marina Protetta “Punta Campanella” sono lieti di presentare un’originale e interessante iniziativa che avrà come protagonista la splendida Baia di Ieranto a Massa Lubrense (NA), di proprietà della Fondazione dal 1986. Si tratta di un ciclo di appuntamenti dal titolo “La Baia in Fondo al Sentiero”, in programma il mercoledì 7, sabato 10 e domenica 11 settembre 2011 dalle ore 10 alle 18, durante i quali i visitatori avranno la possibilità di scoprire i magnifici angoli di natura ancora intatta e approfondire gli aspetti storici di questo luogo dalla bellezza “mitica” sulla costa meridionale della penisola sorrentina.



Nei giorni di manifestazione verranno organizzati speciali itinerari a piedi con partenza alle ore 10 dalla Piazzetta di Nerano, frazione di Massa Lubrense. Il percorso prevede la visita alla Torre di Montalto, alla casa colonica, al vecchio frantoio e, a seguire, il passaggio attraverso l’uliveto fino a raggiungere l’area della ex cava, dove le guide del FAI – con il supporto degli educatori dell’Area Marina Protetta “Punta Campanella” - racconteranno al pubblico la storia del complesso minerario e illustreranno le caratteristiche marine della Baia, con particolare attenzione alla Posidonia Oceanica, pianta acquatica del Mar Mediterraneo presente nei fondali dell’insenatura.



Durante gli incontri di approfondimento sarà proposta la visione del documentario “Guarda il Mare e Ricorda…” realizzato nel 2010 a Ieranto da Claudia Marone e Mattia Mazza. Le attività della giornata si concluderanno in mare con un’esplorazione delle coste della Baia in canoa, preceduta da una breve fase di addestramento per neofiti condotta dagli istruttori dell’Associazione A.N.S.A. “Punta Campanella” – e una sessione guidata di seawatching, ovvero l’osservazione dei fondali, con maschera e pinne, con gli educatori della Riserva Marina.



Un’iniziativa di grande importanza, in quanto intende incoraggiare i visitatori a scoprire, raggiungendola a piedi, le meraviglie della Baia di Ieranto, favorendo così una corretta fruizione e un’approfondita conoscenza degli aspetti storico-ambientali di questo luogo così speciale e affascinante.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©