Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

FeltrinelliPomigliano, Aurelio Picca con "Addio"


FeltrinelliPomigliano, Aurelio Picca con 'Addio'
23/05/2012, 13:05

Aurelio Picca presenta il suo nuovo romanzo "Addio" (Bompiani) alla libreria "La Feltrinelli Point" di Pomigliano d'Arco presso il polo culturale "La Distilleria" (via Roma, 281), giovedì 24 maggio alle ore 18:30. Interviene con l'autore la giornalista e scrittrice Filomena Carrella; intermezzi musicali al pianoforte del maestro Ciro Perris, arrangiatore e compositore.

Aurelio Picca è nato nel 1957 a Velletri, e nella sua ormai ventennale carriera di scrittore e poeta si è occupato di cinema, arte, letteratura, cronaca, costume."Per punizione" e' il debutto poetico (1990). Seguono i racconti di "La schiuma" e I racconti dell'eternita'. Del 1995 e' il romanzo 'L'esame di maturita" (Giunti, Rizzoli 2001), poi 'I mulatti' (Giunti, 1996), infine per Rizzoli 'Tuttestelle', 'Bellissima', 'Sacrocuore', 'Via Volta della Morte', 'Se la fortuna e' nostra'. Per Bompiani ha pubblicato nel 2011 L'Italia e' morta, io sono l'Italia.


"Addio" è la storia di un ragazzo innocente e destinato a perdere questa innocenza, nell'attrito che gli oppone una vita violenta, tra riformatorio e bar di periferia, ai sogni della giovinezza, tutti convergenti verso quegli anni leggendari, contenitori magici di tutto e nulla: i film di James Dean, le moto rombanti, le Cinquecento Fiat e le Giulie Super Alfa Romeo, i cantanti melodici, i concerti di Gianni Morandi, i discorsi di Almirante, l'omicidio di Kennedy e quello di Sharon Tate. Fatti che sembravano simboli universali, di un qualcosa che forse non c'era e non c'e', ma che si legava a un ribellismo difficile da dimenticare, perche' legato al senso di un'esistenza che desiderava a piu' non posso essere diversa e libera.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©