Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Femminicidio: Da Federazione giovani socialisti S.I.D. DONNE


Femminicidio: Da Federazione giovani socialisti S.I.D. DONNE
21/10/2013, 13:46

NAPOLI – “S.I.D. DONNE, spazio in difesa delle donne: è il progetto di prevenzione, tutela, intervento in favore delle donne vittime di violenza presentato stamani presso il Consiglio Regionale della Campania, dalla Federazione dei Giovani Socialisti e dal Partito Socialista Italiano.
L’iniziativa, alla quale hanno preso parte i consiglieri regionali del Pse Gennaro Oliviero e Gennaro Mucciolo, è sostenuta da giovanissimi volontari impegnati in diversi ambiti del sociale e ha l’obiettivo di costituire nella città di Napoli una struttura stabile di supporto che offra a tutti i soggetti che si trovino in situazioni di estremo disagio sociale, in primis alle donne vittime di violenza, un’assistenza psicologica,legale, d’accoglienza/consulenza nonché di orientamento e inserimento nel mondo del lavoro. Il progetto prevede, inoltre, una costante attività di sensibilizzazione attraverso seminari, gruppi di confronto e di auto-aiuto nonché la creazione di uno sportello multimediale per quanti intendano ricevere informazioni e un primo orientamento direttamente da casa.
“Siamo molto felici di presentare un progetto che ha come obiettivo quello di contrastare la violenza sulle donne – ha commentatola responsabile Romina Abbagnale – che ha aggiunto: “occorre aiutare le vittime a non avere paura e a fornire loro quella spinta necessaria a reagire di fronte a contesti così disagevoli. E’ un lavoro delicato, che sarà portato avanti da un team di giovanissimi professionisti composto da psicologi, clinici, avvocati, umanisti, sociologi, operatori sociali e quanti intendano unirsi a noi in questa battaglia”.
Per Pasquale Mucciolo, responsabile Diritti e legalità della segreteria regionale PSI, “ il fenomeno del femminicidio e della violenza di genere è ormai dilagante; lo Stato è intervenuto col D.l. 93/2010 per arginare il fenomeno, inasprendo le pene e creando strumenti d’intervento più efficaci rispetto alle misure cautelari e precautelari. Infatti, oggi è più semplice difendere le vittime dei reati di genere dai loro carnefici. Il SID si prefigge, sulla scorta delle nuove iniziative pubbliche, di offrire il proprio supporto a sostegno di tutte le donne in difficoltà”. Infine, per il segretario provinciale FGS, Mario Roberto Borrello “ il problema della violenza di genere va combattuto concretamente attraverso l’educazione culturale e la concreta assistenza alle classi disagiate”.
Infine, Gennaro Oliviero, capogruppo PSE al Consiglio Regionale della Campania, che ha sottolineato “la positività di un progetto che parte dal basso e dall’impegno di tanti giovani per contrastare il fenomeno della violenza che necessita, innanzitutto, di un’opera di educazione culturale volta al rispetto delle donne e dei diritti fondamentali della persona, e di una rete di solidarietà, di prevenzione e di intervento”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©