Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

"Festa della Tammorra": Il 16 e 17 giugno più di venti gruppi sul palco della Festa


'Festa della Tammorra': Il 16 e 17 giugno più di venti gruppi  sul palco della Festa
13/06/2012, 14:06

Più di venti gruppi si alterneranno sul palco della “Festa della Tammorra” il 16 e 17 giugno nell’antica corte del Palazzo De Angelis a Carinaro, in provincia di Caserta. Nella serata finale, che giunge dopo le tappe del 15 aprile (Santuario Madonna di Briano) e del primo maggio (Casale di teverolaccio a Succivo), ci saranno quasi tutti i musicisti che si sono esibiti nelle tappe intermedie.

Ospiti d’onore della serata di sabato, la Scuola di Tarantella di Montemarano diretta da Roberto Del Gaudio, reduce da Berlino, con il repertorio classico del carnevale montemaranese. E’ atteso anche il gruppo pugliese dei “Terraross”,

La manifestazione, giunta alla settima edizione, e di cui è direttore artistico Marcello Colasurdo, è promossa dall’associazione “Carinaro Attiva”, in collaborazione con l’associazione Geofilos Legambiente di Succivo e l’associazione santuario della Madonna di Briano e si svolge col patrocinio del Comune di Carinaro e della Camera di Commercio di Caserta

“La formula che abbiamo sperimentato quest’anno – spiega il presidente di Carinaro Attiva, Bruno Lamberti – quella di fare tappa con la Festa anche in altri luoghi della tradizione popolare, è risultata vincente. L’adesione di migliaia di persone ci ha convinti a proseguire nell’esperimento. Ma intanto godiamoci le due serate finali nella bellissima cornice del palazzo De Angelis che i proprietari mettono a disposizione per tutti gli amanti della tradizione”.

Il palazzo De Angelis, di cui la parte più antica risale ai primi anni del 1700, era chiuso da anni ed è stato riaperto grazie alla disponibilità dei proprietari e all’associazione “Carinaro Attiva” che l’ha rivitalizzato con eventi culturali che attirano migliaia di persone.

Per le due serate del 16 e 17 giugno, saranno allestiti anche stand gastronomici ove sarà possibile assaggiare i prodotti della tradizione culinaria locale, a base di mozzarella Dop e salsiccia, insieme ad un buon bicchiere di vino.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©