Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Festa per i 20 anni del Movimento Neoborbonico e Premio delle Due Sicilie


Festa per i 20 anni del Movimento Neoborbonico e Premio delle Due Sicilie
24/10/2013, 12:47

NAPOLI - Nato il 7 settembre del 1993 al Borgo Marinaro per contro-celebrare l’arrivo di Garibaldi a Napoli, il 26 ottobre prossimo il Movimento Neoborbonico festeggerà i primi 20 anni di attività con iscritti, delegati, simpatizzanti e diversi testimonial.
L’appuntamento è al Teatro Auditorium Salesiano, a Napoli, per una serata di gala durante la quale saranno ripercorse le tappe più significative del movimento, capace in questi anni di squarciare il velo della storia ufficiale e di costringere gli storici a riaprire il dibattito sul Risorgimento italiano e sulla controversa Unità d’Italia.
Saliranno sul palco, tra gli altri, Sua Altezza Reale il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, ultimo discendente legittimo; Pino Aprile, giornalista e scrittore, autore di “Terroni”, successo editoriale di portata internazionale; Lorenzo Del Boca, giornalista e storico, autore di numerosi saggi di successo sull’Unità d’Italia.
Il Movimento Neoborbonico è il più antico, diffuso e attivo movimento del mondo meridionalista. Piccolo miracolo ed esempio raro di longevità della passione e del volontariato in Italia, con centinaia di manifestazioni, convegni, seminari, mostre, dibattiti, ricerche e pubblicazioni, per tanti aspetti ha cambiato la storia: dalla diffusione di una simbologia associata all’orgoglio (negli stadi e in ogni circostanza pubblica) alla revisione di molti e complessi aspetti della storia del cosiddetto “Risorgimento”, dalla valorizzazione dell’economia e dei prodotti locali alla difesa del territorio e delle popolazioni dell’ex Regno delle Due Sicilie. Tra razzismi più o meno recenti, assenze, silenzi e colpe più o meno diffuse di intellettuali ufficiali e politici inadeguati, quella dei “neoborbonici” è diventata una categoria riferibile alle radici, al senso di appartenenza e alla necessità sempre più pressante di classi dirigenti finalmente e veramente nuove, obiettivo principale di un Movimento che non si è mai schierato elettoralmente e fa della formazione il centro di tutte le sue attività d’intesa anche con il “Parlamento delle Due Sicilie – Parlamento del Sud”, laboratorio, osservatorio e gruppo di azione civica e culturale.
Una strada difficile, ma proficua e con risultati spesso esaltanti considerato il successo di iniziative più che frequenti e i consensi crescenti (oltre quindicimila le iscrizioni alla Rete di Informazione delle Due Sicilie; circa sei milioni di contatti sul sito neoborbonici.it e in pochi anni l’apertura di sedi, delegazioni e “consolati”  in Italia e all’estero.
La manifestazione si avvarrà di alcuni importanti partner quali Radio Marte, Caffè Borbone, Comunicaemozione, Aeg Pubblicità, Scoop Travel, Argenio.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©