Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

E' partito ieri il celebre festival del cinema

Festival di Cannes, panoramica dalla Croisette

Spielberg, Luhrmann e Sorrentino illustri presenti a Cannes

Festival di Cannes, panoramica dalla Croisette
16/05/2013, 12:10

CANNES-E’ stato un inizio benedetto dalla pioggia quello del 66° Festival del cinema di Cannes. Una sfilata di stelle siede al tavolo dei giurati, capitanati dal regista Steven Spielberg, tra i quali spiccano Nicole Kidman, Ang Lee, il doppio premio Oscar Christoph Waltz e Daniel Auteuil, che gioca in casa. Il presidente di giuria Spielberg si definisce onorato del ruolo del quale è stato investito e aggiunge: “Certo dobbiamo valutare film di nazionalità diverse, alcuni più votati a raccogliere il favore del grande pubblico e altri più raffinati e selezionati, ma sono entrambi due modi di celebrare il cinema”. E non poteva esserci avvio più pirotecnico di quello dato dalla proiezione de Il Grande Gatsby, ultimo capolavoro dell’australiano Baz Luhrmann, regista pop visionario di Romeo+Giulietta e Moulin Rouge!,che dopo sedici anni torna a lavorare con Leonardo Di Caprio nel ruolo di protagonista. Accoglienza piuttosto freddina per il film tratto dal romanzo di Francis Scott Fitzgerald, che però non sconvolge il regista: “Anche Fitzgerald quando uscì il libro fu definito un clown. Quello che mi interessa è che il pubblico vada a vedere e ami questo film.”

Venti i registi in gara che concorreranno alla Palma D’oro del 26 maggio, uno dei quali di rappresentanza italiana: Paolo Sorrentino, che con il suo La Grande Bellezza, strizza l’occhio a La Dolce Vita di Fellini e non rinuncia al suo attore-feticcio Toni Servillo.  “Ringrazio il festival per l'invito e l'attenzione con cui segue il mio lavoro sin dagli esordi” ha dichiarato Sorrentino. “Essere selezionati tra migliaia di film è già un grande riconoscimento”.

Da tenere d’occhio altri mostri sacri del grande schermo: Roman Polanski, Jim Jarmusch, i fratelli Coen, Steven Soderbergh e, unica presenza femminile, Valeria Bruni Tedeschi.

 

 

Commenta Stampa
di Denise Penna
Riproduzione riservata ©