Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

L'attore è lo specchio dei tempi

Fiction "Un Posto al sole" -Lucio Allocca e Otello Testa. Due persone dal cuore d'oro.


Fiction 'Un Posto al sole' -Lucio Allocca e Otello Testa. Due persone dal cuore d'oro.
09/12/2010, 15:12

Diplomato all’Accademia d’Arte Drammatica del Politecnico di Napoli, Lucio Allocca è un attore poliedrico di grande esperienza che ha calcato i palcoscenici di tanti teatri e ha partecipato a numerosi film e fiction tv anche premiati per il loro valore. Lucio Allocca ha esordito nel cinema con “Immacolata e Concetta”, per la regia di Salvatore Piscicelli, film che ha vinto il Pardo d’oro al Festival di Locarno. Numerose le sue interpretazioni cinematografiche, al fianco di Luciano De Crescenzo in “Così parlò Bellavista” e “Il mistero di Bellavista” e ancora con Riccardo Pazzaglia in “Separati in casa”, con Daniele Lucchetti in “Il portaborse” e “Arriva la bufera”, con Leonardo Pieraccioni in “Il principe e il pirata”. Entrato nel cast del film di Mel Gibson, “Passion” insieme ad altri italiani come Monica Bellucci, Claudia Gerini, Sergio Rubini e Rosalinda Celentano, ha recitato in latino. Allocca ha preso parte a numerosi corti, tra cui “Rosa Rosae” di A. Sergio grazie al quale ha ricevuto lo Special Recognition Award Hollywood 2001, e “Immagini a confronto”, selezionato per la rassegna Short Movie Phoenix, Arizona.
Fondatore del Teatro de Poche, Lucio Allocca ha ricevuto il premio Penisola Sorrentina della Camera dei Deputati e continua a dedicarsi al teatro da regista. E’ particolarmente legato a “Pulcinella Vendicato” e a “La Finta Pazza” di Mauro John Capece che è arrivato al teatro Poliorama di Barcellona.
Ormai da anni, bravi attori di teatro danno la propria professionalità acquisita negli anni alla fiction, che non è altro che una tecnica espressiva che fa parte del bagaglio di un artista. La soap opera è una possibilità di lavoro, ci tiene a precisare l’attore napoletano. Lucio Allocca ricorda che tanti sono gli attori impegnati che lavorano nella fiction. Ad esempio Gigi Proietti, bravo attore di teatro, ha lavorato nella serie Tv “Carabinieri”.
Lucio Allocca dal 2003 interpreta il personaggio di Otello Testa, un vigile pantofolaio, un burbero dal cuore d’oro che ha un difficile rapporto con la bilancia. Lucio Allocca non si ritrova nel personaggio di Otello soprattutto perché non condivide la vita da pantofolaio. Nella vita reale l’attore pratica regolarmente nuoto alle Terme Le Stufe di Nerone.
Cosa sogna nel suo futuro professionale?
Ritornerei volentieri alla regia teatrale. Tra i registi teatrali prediligo Cinzia Th Torrini, Cristina Comencini, Mario Moniceli, Paolo Sorrentino, Daniele Lucchetti, Giuseppe Tornatore.
Quali programmi televisivi preferisce guardare?
In Tv preferisco guardare film, documentari sulla natura o documentari storici. E poi le partite, i talk show, evitando le risse.
Interviene sulle scelte degli autori della fiction “Un posto al sole”?
Non intervengo sulle scelte degli autori. Mi limito a dare dei suggerimenti per una gag.  
Qual è il suo sogno nel cassetto?
Aprire un piccolo studio per lavorare su e con i giovani. Una bottega per gestire in prima persona il sogno di tanti aspiranti registi.
Quali sono le paure più ricorrenti per un attore?
Il mio sogno ricorrente è di non trovare la strada del palcoscenico, di essermi dimenticato il copione, di non ricordare le battute. Qualcuno mi ha detto che è una crisi di autostima, una manifestazione onirica di insicurezza.
La vita è un dono prezioso e va vissuta intensamente. L’attore ha la possibilità di vivere mille vite. In quale personaggio che ha interpretato si è sentito più a suo agio e in quale periodo storico vorrebbe vivere?
Un attore deve vivere la propria epoca. Essere attore vuol dire essere specchio dei tempi, mostrare virtù e nefandezze dell’epoca in cui si vive.

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©