Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

L'album dedicato al Meridione uscirà domani

Fiorella Mannoia canta il Sud, dall'Africa a Titina De Filippo

Un omaggio alle zone più depredate e abbandonate

Fiorella Mannoia canta il Sud, dall'Africa a Titina De Filippo
24/01/2012, 12:01

Un vero e proprio omaggio musicale al Sud dell'Italia e del mondo. Questo il progetto di Fiorella Mannoia, che presenta "Sud", il suo nuovo concept album, dedicato interamente al meridione. Il disco, che uscirà domani su etichetta Sony, contiene 12 brani inediti, a cui hanno collaborato diverse guest star: Bungaro, autore delle musiche di diversi brani e anche di alcuni testi con la stessa Mannoia, Ivano Fossati, Luca Barbarossa e Frankie HiNRG. Poi c'è un omaggio a Napoli particolarissimo, su parole scritte da Titina De Filippo e cantate dalla Mannoia su invito della famiglia De Filippo. «Ho maturato l'idea di questo disco - dice la cantautrice romana - dopo aver letto il libro di Pino Aprile "Terroni": è stato talmente scioccante constatare che quello che avevamo letto nei libri di scuola era lontano da quello che realmente era successo intorno all'unità d'Italia, che nel mio piccolo sentivo di voler fare qualcosa per contribuire a ridare al Sud un po' della dignità che le era stata tolta>>. <<Ragionando sul nostro Sud - aggiunge - era inevitabile che lo sguardo si estendesse a tutto il Sud del mondo che condivide più o meno la stessa storia e lo stesso destino: depredato, saccheggiato, tenuto lontano dal progresso e abbandonato a se stesso e il pensiero naturalmente è andato all'Africa terra di conquista e di saccheggio per eccellenza». Sulla possibilità che la musica possa aiutare a cambiare il mondo, l'artista frena: «Lontano da me - spiega - l'idea che questo piccolo lavoro possa cambiare lo stato delle cose. Questo disco vuole essere solo un piccolo contributo al Sud cercando, attraverso la musica, di rappresentarne l'allegria, la disperazione, la malinconia, la nostalgia e naturalmente la migrazione dei popoli che tutto il Sud del mondo si porta dietro».

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©