Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Fondazione Valenzi: Crescenzio Sepe entra nel Comitato d’Onore


Fondazione Valenzi: Crescenzio Sepe entra nel Comitato d’Onore
25/10/2009, 19:10

Il Cardinale di Napoli Crescenzio Sepe entra nel Comitato d’Onore della Fondazione Valenzi, l’istituzione dedicata a Maurizio Valenzi, l’ex parlamentare italiano ed europeo sindaco delle prime giunte di sinistra a Napoli dal 1975 al 1983.
Il Cardinale ha ufficializzato la sua volontà di entrare nel Comitato d’Onore della Fondazione Valenzi nel corso di un incontro a cui hanno preso parte la presidente Lucia Valenzi, il Segretario Generale Roberto Race ed il Vice Segretario Generale Luca Borriello.
Sepe si aggiunge al Comitato d’Onore di cui fanno parte i Presidenti Emeriti della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e Francesco Cossiga, l’Ambasciatore del Cile negli USA Josè Goni Carrasco, l’ex Ministro della Cultura e dell’Educazione della Repubblica Francese Jack Lang, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gianni Letta, il Vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Nicola Mancino, l’ex Presidente della Commissione Europea e già Presidente del Consiglio Romano Prodi, il Principe Amedeo di Savoia, il Sottosegretario al Ministero degli Esteri Vincenzo Scotti, l’ex Presidente del Parlamento Europeo e Presidente Onorario della Fondation pour la Mémoire de la Shoah Simone Veil e il presidente della Commissione Vigilanza Rai Sergio Zavoli.
La Fondazione, nata con l’obiettivo di creare a Napoli un’istituzione internazionale, non schierata politicamente, attiva nella cultura e nel sociale, sarà lanciata ufficialmente domenica 15 novembre nel corso della commemorazione per i cento anni dalla nascita di Maurizio Valenzi alla quale prenderanno parte il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta.
“L’adesione del Cardinale Sepe- dichiara la presidente della Fondazione, Lucia Valenzi- è per noi di fondamentale importanza. Abbiamo concordato con il Cardinale di lavorare insieme per realizzare progetti di rilevanza sociale ed inizieremo a farlo già a partire dalle prossime settimane. La nostra città, come ci ha ribadito Sepe, ha bisogno dello sforzo di tutti per riportare la speranza. E noi vogliamo fare la nostra parte in stretta collaborazione con la Curia di Napoli.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©