Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Fondazione Vico. Incontro sulla vita cilentana dal '700 al '900


Fondazione Vico. Incontro sulla vita cilentana dal '700 al '900
28/08/2012, 15:19

"Oltre un secolo di Storia cilentana ricostruita attraverso sette storie vere e significative, che ripercorrono in modo originale la storia di un popolo forte e orgoglioso che non ha mai piegato la testa e non ha mai rinunciato alla propria libertà, anche a costo della vita": Vincenzo Pepe, presidente della Fondazione Giambattista Vico, cilentana d'origine (nasce a Vatolla) ma con varie sedi in Italia, introduce l'evento promosso dalla stessa Fondazione e dedicato al Cilento dalla fine del '700 ai metà '900, che si svolge domani, mercoledì 29 agosto 2012, alle ore 21, a Palazzo Pepe ad Agropoli. L'occasione è data dall'ultima ricerca compiuta da Marco Fimiani, avvocato penalista, e Raffaele Alliegro, giornalista, sugli atti giudiziari di processi civili e penali e i documenti custoditi nell'Archivio di Stato di Salerno, dai quali hanno selezionato sette storie rappresentative della loro epoca, pubblicate anche, insieme agli stessi atti, da Palazzo Vargas, per concessione del Ministero per i Beni e li Attività Culturali, nel volume "Il Cilento delle sette vite".
"Attraverso questi sette processi e le storie significative ad essi legate, verrà ripercorso uno periodo storico significativo per il Sud ed in particolare per il territorio cilentano" - sottolinea Vincenzo Pepe. Intervengono anche: Paolo Cirillo, consigliere di Stato, Nicola Graziano, magistrato, unitamente ai due autori Fimiani e Alliegro, avvocato penalista il primo, giornalista il secondo. Episodi rappresentativi del loro tempo, avvenuti a Castellabate, Vibonati, Marina di Camerota, Padula, Palinuro, Piaggine e Torre Orsaia: partendo da essi, verranno si delineati realtà e speranze, ideali e certezze di vita cilentana, dalla rivoluzione francese al crollo di Wall Street e alla crisi del 1929, dai moti risorgimentali al ventennio fascista, fino agli albori della resistenza.
L'appuntamento, ad ingresso libero e gratuito, è sulla splendida terrazza di Palazzo Pepe, una delle location della Fondazione Vico, che abbraccia interamente la suggestiva visuale del Porto di Agropoli.

In contemporanea a Paestum, presso Palazzo de Maria, una delle sedi storiche della Fondazione, la personale di Gianluca Resi "I belive it or not", dedicata alla pop art americana, immagini indirette elaborate in una iconografia pubblicitaria. Infine, a Capaccio, nel suggestivo complesso francescano dove ha sede uno dei musei della Fondazione Vico, sabato e domenica, ore 21,30, concerto di musica classica a lume di candela, organizzato dall'Assessorato al Turismo del Comune di Capaccio, coordinato dall'assessore Eustachio Voza. Ingresso libero e gratuito.
Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©