Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

“Francesco D’incanto 2013”: XVI ediz. evento dedicato al Santo d'Assisi


“Francesco D’incanto 2013”: XVI ediz. evento dedicato al Santo d'Assisi
26/09/2013, 13:00

MONTELLA (AVELLINO) - Il 3 e 4 ottobre il Convento di San Francesco a Folloni di Montella (Avellino) apre le porte per festeggiare il Santo di Assisi attraverso “Francesco d’Incanto”, evento giunto alla sua 16esima edizione che quest’anno avrà per tema “Tue so le laude la gloria et l’honore”, versetto del Cantico delle creature dove Francesco rende all’Altissimo quello che gli appartiene, solenne professione di fede di un uomo povero davanti al Creato. “Francesco d’Incanto” è l’evento che apre la rassegna di manifestazioni autunnali, nell’ambientazione suggestiva del convento duecentesco irpino, con musica popolare, spettacoli per bambini e cibo di strada. A quarant’anni dalla prima edizione della Festa di San Francesco, fondata da Padre Silvio Stolfi nel 1973, ideatore e promotore dei festeggiamenti civili in onore di san Francesco presso il convento di Montella, “Francesco d’Incanto” continua a raccoglierne l’eredità, e da 16 anni continua a dedicare al santo d’Assisi l’omaggio di devozione.
Il programma delle celebrazioni prevedere il 30 settembre, 1 e 2 ottobre Triduo in onore di san Francesco (ore 17 Confessioni, ore 17.30 S. Rosario, ore 18 Celebrazione eucaristica, ore 19 Adorazione eucaristica). Giovedì 3 ottobre, dopo la Santa Messa, celebrazione del Transito di san Francesco, mentre venerdì 4 ottobre si terranno le Sante Messa alle ore 7.30, 9 e 11.30 e, alle ore 18, Messa della Solennità di San Francesco presieduta da Monsignor Pasquale Cascio, Arcivescovo della Diocesi di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia. La cappella del Sacco di San Francesco, cuore del santuario francescano, ospiterà per tutta la durata della manifestazione la preghiera di adorazione eucaristica dalle ore 21 alle ore 22.

La parte dedicata agli eventi comincia domenica 29 settembre alle ore 11 con la Benedizione degli animali e, alle ore 19.30, la “Fiaccola della pace”, alla sua decimaedizione: il Gruppo Podistico Montellese, coprendo di corsa la lunga distanza di circa 400 chilometri, da Assisi a Montella, consegnerà la fiaccola ai frati del convento (la corsa dei podisti si potrà seguire sul sito www.montella.eu). Giovedì 3 ottobre, alle ore 9.30, “I bambini e San Francesco”, alle ore 10.30 il convegno “Umanesimo e Rinascimento in Italia rivivono nelle vesti di Diego Cavaniglia”, alle ore 20 quarta edizione del “Palio del Sacco”. Venerdì 4 ottobre, alle ore 18, dodicesima edizione della “Marcia senza confini”, con l’arrivo della “Marcia della fratellanza” e, a seguire, accensione della “Lampada dei Comuni”.
Come sempre spazio anche agli spettacoli: giovedì 3 ottobre, alle ore 21, Zeketam (www.facebook.com/Zeketam), band irpina di folk-rock che omaggia le culture musical-popolari di tutto il Sud Italia e rivisita gli antichi canti irpini con strumenti innovativi e l'energia del rock. Venerdì 4 ottobre, alle ore 21, i Molotov d’Irpinia (www.facebook.com/molotov.dirpinia), gruppo etno-trad-pop che utilizza brani della tradizione campana e brani di propria produzione per parlare di tematiche legate alla terra d’Irpinia. Alle ore 23.00 spettacolo di fuochi pirotecnici a cura di Gelsomino Di Trolio. Il 3 e 4 ottobre, alle ore 19, animazione e gonfiabili per bambini a cura di “Peter Pan”.
Tante anche le mostre che accompagneranno l’evento: presso il Museo di San Francesco a Folloni esposizione della collezione artistica del convento e del corredo funebre del conte Diego Cavaniglia (il convento ha il privilegio di conservare pezzi unici al mondo, giornèa e farsetto del 1481); presso il Museo dell’Opera esposizione di antichi arredi e suppellettili di sacrestia e, presso la Sala lettura della Biblioteca “San Francesco”, “40 anni di festa”, esposizione di documenti e testimonianze della festa di San Francesco a Montella
“Francesco d’Incanto” è organizzato dal Comitato Francesco d’Incanto (responsabile della manifestazione Fra Cyrille Diwa Kpalafio), con la collaborazione di Ofs - Terziarie Francescane, Coro di San Francesco a Folloni, Gruppo Giovani del Convento, Forum dei Giovani di Montella.
“Come Francesco, con umiltà e fede, nulla tratteniamo per noi stessi ma rendiamo a Dio quel che è di Dio – spiegano i frati di Montella -. Abbiamo la possibilità di realizzare Francesco d’Incanto grazie alle offerte di tutti i fedeli. Come ogni anno, quanto avanzerà dai proventi della manifestazione, sarà utilizzato per sostenere le opere di manutenzione ordinaria del convento, a lode e gloria di Dio e del suo servo Francesco”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©