Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Francesco Villani live il 1°gennaio alla Galleria Principe di Napoli per "Musica dentro"


Francesco Villani live il 1°gennaio alla Galleria Principe di Napoli per 'Musica dentro'
28/12/2011, 11:12

Penultimo appuntamento con la rassegna “Musica dentro” alla Galleria Principe di Napoli. Domenica 1° gennaio, alle ore 21.00, si saluterà il 2012 con il live di Francesco Villani (ingresso libero), pianista e compositore napoletano, tra i talenti più interessanti della scena musicale italiana. Con lui ci saranno Giorgio Vendola al contrabbasso e Pierluigi Villani alla batteria.
Villani, classe 1979, attraversa con disinvoltura i diversi generi, passando dal jazz al pop e vanta collaborazioni con artisti come Alex Britti, Roberto De Simone, i 99 Posse, Sergio Endrigo, Goran Bregovic e molti altri. Da sempre esplora oltre la musica altri campi come l'editoria, con la realizzazione della colonna sonora dell'audiolibro “Roberto Saviano legge Gomorra”, e la pubblicità, lavorando alla campagna di Dolce&Gabbana nel 2011.
Nel presente di Villani c'è però anche il cinema. Il pianista è infatti il protagonista dell'opera prima di Pierpaolo Zaino “Breaking rain”, prodotto da Maxman, Kaiserfilm e Road Television, in collaborazione con il Bologna Jazz Festival. Il musicista sarà Marco, un giovane pianista session man per famosi cantanti pop. 
Dopo l’ultima data della tournée raggiunge il fratello in Irlanda del Nord per due settimane di vacanza. 
Non appena arrivato, però, si trova costretto a fare i conti con i propri fantasmi: la paura di saltare nel vuoto e rompere l’ordine delle cose. A metterlo con le spalle al muro saranno una giovane cuoca norvegese, travolgente e istintiva, e un manager che fiuta il suo talento di pianista jazz. 
Riuscirà Marco a improvvisare sul palco come nella vita?
Per la messa in scena è utilizzato un particolare metodo di improvvisazione filmica al quale Pierpaolo Zaino lavora da circa 10 anni. 
Il film, che verrà girato in gran parte in Irlanda del Nord, si avvale di collaborazioni importanti, tra cui quella con la New York University.

“Musica dentro” si concluderà giovedì 5 gennaio (ore 21.00 – Ingresso 10 euro) con l'attesissimo concerto di Omar Sosa. Il pianista cubano dividerà il palco con il sassofonista Marco Zurzolo, direttore artistico della rassegna insieme a Bruno La Mura.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©