Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Al Maschio Angioino per la presentazione del nuovo libro

Gabriella Di Luzio e la sua "Rapsodia degli amori perduti"


Gabriella Di Luzio e la sua 'Rapsodia degli amori perduti'
11/05/2012, 18:05

Grande attesa per  mercoledì 16 maggio alle ore 17.00, quando nella storica Antisala dei Baroni del Maschio Angioino a Napoli, la scrittrice Gabriella Di Luzio, presenterà il suo nuovo libro “Rapsodia degli amori perduti” edito da Galassia Arte. Con l’autrice, a parlare del suo lavoro ci saranno gli scrittori e giornalisti  Pietro Gargano e Giuseppe Giorgio insieme all’editore Andrea Mucciolo. Ancora, a leggere alcune pagine dell’intrigante romanzo interverrà l’attrice Silvana Vajo. In arrivo in tutte le librerie con la prefazione di Sandra Milo, il libro narra dei ricordi, alla ricerca del tempo perduto e ritrovato di Mara. Tra l’estate 2010 e l’estate 2011, entro cui si svolge la vicenda, sull’onda di ricordi e con la ricomparsa di fantasmi dal passato si ricompone il mosaico di tutta la sua vita.  Una vita intensa e intensamente vissuta tra golfi incantati e sale consiliari che ruota intorno a un terribile segreto e a tre grandi amori: il primo, quello della giovinezza, con un imprenditore; il secondo quello della maturità, con un famoso giornalista finanziario; il terzo, all’età di 52 anni, con un ragazzo molto più giovane. Dopo la tragica morte di lui in un incidente, nel cuore della donna sembra non esserci più posto per nessun altro. Ma il destino trama alla sue spalle,e il quarto amore irrompe nella sua vita proprio quando ha smesso di aspettarlo. Da Napoli a New York, da Postano a Chicago, da Milano a Tokyo, da Firenze a Parigi, la storia di Mara si dipana tra le più belle città del mondo. E’ scritta con l’io narrante, ma non è autobiografica, anche se la protagonista è attrice e giornalista come l’autrice. Piuttosto è biografica, perché tutto quello che racconta, opportunamente manipolato, è liberamente tratto da vicende realmente accadute. “Gabriella Di Luzio - si legge nella prefazione della Milo- attrice intelligente che trasferisce la sua emotività e la sua sensibilità nella scrittura in quest'ultimo romanzo Rapsodia degli amori perduti, racconta il viaggio denso di palpiti e trepidazione di una donna che vive, com' ella stessa dice, sull'ottovolante, lasciandosi generosamente sorprendere dall'amore e da qualunque offerta di emozioni le faccia la vita, senza rifiutarla se asseconda la sua indole, ovviamente pagandone lo scotto...il libro di Gabriella Di Luzio è la cavalcata affascinante di una donna dentro e fuori se stessa, e la riprova puntuale che dalle batoste ci si può rialzare, per rifondare la propria vita e proiettarsi in avanti con nuove energie...”. Attrice cinematografica e teatrale e napoletana che vive, sia pure con la sua città nel cuore, da molti anni a Roma, Gabriella Di Luzio, nel cinema è stata diretta da Fellini (La città delle donne e Ginger e Fred) Liliana Cavani (La pelle) Giancarlo Giannini  (Ternosecco) Pasquale Festa Campanile (Gegè Bellavita) Tornatore (Malèna) Ha recitato con Alberto Sordi ( Sono un fenomeno paranormale) Nino D’Angelo (Giuro che ti amo e La ragazza del metrò) ed ha condotto numerosi programmi televisivi. Nel 2010 ha pubblicato il libro “La morte ha bussato alla mia porta. Io mi sono barricata e non ho aperto” edito da Graus Editore. Apprezzata per le sue caratteristiche nonché ricercata presenza negli ambienti artistici romani e napoletani, con questo suo secondo libro si riconferma scrittrice intrigante ed agile capace di spaziare abilmente e passionalmente tra il dramma, l’amore ed un concetto di vita senza freni, inibizioni, rinunce e compromessi. 

 

                                                                     

Commenta Stampa
di Giu.Gio.
Riproduzione riservata ©