Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Ma la Rete difende la ragazza già offesa da Berlusconi

Galan minaccia in diretta TV dipendente Green Power


Galan minaccia in diretta TV dipendente Green Power
19/02/2013, 13:58

ROMA - Increscioso episodio questa mattina durante la trasmissione Agorà, su RaiTre, condotta da Andrea Vianello. Si stava parlando di Angela Bruno, la dipendente della Green Power che fu, suo malgrado, protagonista con SIlvio Berlusconi di un disgustoso siparietto, con l'ex premier che faceva battute a doppio senso e lei che non riusciva a rispondere per l'imbarazzo. Ad un certo punto Giancarlo Galan, deputato del Pdl presente in studio, mostra il proprio telefonino, affermando di avere SMS inviati dalla Bruno e che mostrano il suo apprezzamento per l'incontro col Cavaliere, facendo capire che in realtà è stata sobillata da qualcun altro. Invita anche il conduttore a guardare, ma Vianello si rifiuta perchè si tratta di una comunicazione privata. 
Ma un atteggiamento del genere non è piaciuto alla Rete. Basta andare su Twitter per notare tra gli hashtag principali #angelabruno. E se si scorrono i commenti, si nota come non ci siano grandi apprezzamenti per il comportamento di Galan, La maggior parte sono frasi offensive, con appellativi quali mafioso, maschlista e cafone. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©