Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Galleria 19, finissage "SCU8 riEvoluzione conTradizione"


Galleria 19, finissage 'SCU8 riEvoluzione conTradizione'
18/04/2011, 10:04

SCU8 …riEvoluzione conTradizione… Giovedì 21 aprile 2011  Ore 21.30 GALLERIA 19  Via San Sebastiano 19 - Napoli Special guest  Marco Zurzolo Big Band Dj set INES

L’arte senza intermediari ed intermediazioni. L’arte che sconfina nel quotidiano come elemento prezioso ma necessario. L’arte ovunque, ossigeno vitale. Può l’arte esistere e resistere fuori dai “templi” di abituale celebrazione?

Giovedì 21 aprile, alla Galleria 19 (ex Rising South) a partire dalle 21.30, si proverà a dare una risposta ad un interrogativo che acquista tutti i contorni di una sfida e di una provocazione. Quello che è considerato uno dei locali culto del by night napoletano sarà la sede dell’evento finale di “riEvoluzione conTradizione”, la mostra che per tre settimane, nei tre rendez-vous artistici del giovedì, ha immerso il Caffè Letterario Intra Moenia nell’universo visionario, onirico ed irriverente dei Fratelli SCU8.

Le provocazioni e le visioni degli SCU8 invadono Galleria 19 che si presenterà in una veste rivoluzionata per una serata-evento unica nel suo genere nel panorama partenopeo. A partire dalle 22.00 si esibirà Marco Zurzolo con la sua BIG BAND. A seguire il dj set “Rivisited Phunk” di INES.

La rivoluzione della tradizione operata dagli Scuotto si completa in questo appuntamento suggestivo e provocatorio, dal profondo sapore innovativo e contemporaneo. Il “benvenuto” agli ospiti sarà dato dal “Sudicio suicida”, un ratto impiccato, recente opera legata al Movimento Assenteista di cui gli artisti sono ideatori e fondatori. Il soffitto della Galleria sarà costellato dalle meteore di “Mondi”, l’installazione che gli Scuotto idearono per il Chiostro del Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore. Accanto alla consolle spunterà il “Magritto”, quadro ispirato all’opera surrealista di Magritte parodiata da una rielaborazione di Nicoletta Itto, moglie di Salvatore Scuotto e componente del gruppo. Tra le bottiglie del bancone bar si insinueranno diavoli e creature oniriche, intervallati da una serie di “Corni Mutanti”, una delle ultime opere degli “artisti – artefici” del centro storico napoletano. Non mancheranno inedite sorprese, come la “Bandiera”, ironico omaggio al 150° anno della discussa unità d’Italia, opera in cui il verde del vessillo fagocita gli altri due colori. Provocazione pura è, invece, l’immagine “Preservati”, dedicata alla “sicurezza sul lavoro”, manifesto in cui l’artista underground Vozla, coperto da guepiere, invita all’uso del profilattico. Ad essere esposti, ancora, “Untitled”, una stampa che va a rivisitare il marchio Apple e che occuperà una delle pareti del locale di via San Sebastiano, e “Pop Corn”. Infine troverà spazio anche il “Pulcivelato”, una delle opere più note ed emblematiche degli Scuotto, celebrata tra teschi e uova “DiOscuri”.

Sperimentazione, contemporaneità, rielaborazione: gli Scu8 rivoluzionano un sistema, tradendo il passato, ingannando il presente, giocando con il futuro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©