Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Duro botta e risposta dopo le polemiche sul calo d'ascolti

Garimberti su Minzolini:"Ha perso un'occasione per tacere"


Garimberti su Minzolini:'Ha perso un'occasione per tacere'
15/04/2010, 21:04

Il Tg1 piace di meno e questo è un dato di fatto attestato dai dati auditel. Un dato di fatto che va oltre le bagarre interne della redazione, i malumori, gli editoriali del direttore che fanno storcere il naso a più di un redattore, le vigliaccate, i ricatti, le miopi ambizioni e la faziosità sfacciata. Il telegiornale della prima rete rai, nell'ultimo anno, ha perso infatti ben 1 milione di spettatori; scendendo sotto il 30% di share proprio durante la sua edizione di punta delle ore 20. Colpa del nuovo direttore troppo filoberlusconiano? Secondo il consigliere Rai Nino Rizzo Nervo decisamente ed inequivocabilmente si.
L'accusa di incapacità ha però fatto innervosire non poco Augusto Minzolini che, dopo aver letto le parole di Nervo su Repubblica, lo ha duramente attaccato. L'episodio non è per nulla piaciuto a  Paolo Garimberti che, poco dopo, ha tuonato contro il direttore del Tg1:"Un conto e' il diritto di critica, anche aspra. Altra cosa sono gli insulti. Come presidente del Consiglio di Amministrazione della Rai, non posso tollerare che un direttore insulti un consigliere".
Poi la stangata finale:"Minzolini ha perso un'ottima occasione per tacere". Segnali forti di un forte crack all'interno della televisione pubblica e di un generale malessere che si respira nell'azienda. Un malessere o un cattivo modo di lavorare che evidentemente sentono gli stessi telespettatori che, in massa, stanno abbandonando le frequenze rai per affidarsi alle fonti informative del web; ritenute decisamente più affidabili e sicuramente indipendenti da partiti politici di vario colore.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©