Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Gestione Beni Culturali: la lectio magistralis di Michele Petrucci dà l'avvio al Corso della Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia


Gestione Beni Culturali: la lectio magistralis di Michele Petrucci dà l'avvio al Corso della Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia
01/12/2009, 09:12


NAPOLI - “La gestione e valorizzazione dei beni artistici e culturali come fattore di sviluppo socio-economico di un territorio”. Questo il titolo della lectio magistralis che l’ing. Michele Petrucci, presidente dell’Asap (Agenzia per lo Sviluppo delle Amministrazioni Pubbliche della Regione Lazio), terrà a Napoli il 10 dicembre, in occasione dell’inaugurazione del Corso di Alta Formazione Gestione e Promozione di Beni ed Eventi Culturali della Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale

La cerimonia prenderà il via alle ore 15:30 presso la sede della Facoltà, in via Petrarca 115, alla presenza del direttore della Scuola, prof. Giuseppe Manca S.J., decano della sezione San Luigi della Pftim; del prof. Carlo Greco S.J., preside della Facoltà; e di Mons. Ernesto Rascato, direttore Ufficio regionale beni culturali ecclesiastici.

«Il patrimonio storico, artistico, architettonico e ambientale – sostiene Petrucci – è una risorsa caratterizzata da forte correlazione con il contesto territoriale di riferimento, per il quale rappresenta un vero e proprio “capitale” da valorizzare ed un potenziale valore di sviluppo. Un asset tanto più prezioso per quei contesti, come quello del Mezzogiorno e della Campania, notoriamente caratterizzati da profonde e radicate difficoltà socio-economiche». Partendo da tale considerazione, Petrucci descriverà, attraverso il richiamo ad aspetti rilevanti e a tematiche critiche e la presentazione di casi di successo, come la promozione e la valorizzazione di beni ed attività culturali possano costituire un reale fattore di sviluppo socio-economico.
Il Corso di Alta Formazione Gestione e Promozione di Beni ed Eventi Culturali ha l’intento di fornire conoscenze e competenze fondamentali e necessarie alla progettazione di iniziative, attività, eventi legati ai beni e agli eventi culturali. Prevede una formazione multidisciplinare e integrata tra il mondo del management, della finanza, del marketing, della comunicazione e quello delle arti e della cultura in genere. Aspetto particolare e innovativo del Corso è la formazione alla gestione e promozione dei beni culturali ecclesiastici. Il Corso ha ottenuto, tra gli altri, l’adesione di: Gruppo editoriale e librario Guida, Leggere:tutti, Èulogos e IntraText, Ferpi-Campania, Consorzio Baicr-Sistema Cultura, Mav, Plart, Madre, Università Federico II, Suor Orsola Benincasa.
Il Comitato scientifico è composto Giorgio Agnisola, condirettore della Scuola, Monica Coretti, Andrea Dall’Asta, Vincenzo De Gregorio, Flavia Fascia, Renato Iovino, Giovanni Liccardo, Liliana Moscato Esposito, Franco Piazza, Emilio Salvatore, Luigi Razzano.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©