Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Previsto il tutto esaurito

GiannaDream: Il Tour da Sogno di Gianna Nannini parte da Eboli


GiannaDream: Il Tour da Sogno di Gianna Nannini parte da Eboli
10/10/2009, 13:10

Prima che “le mille luci” per più di un “Attimo” rischiarino il PalaSele di Eboli, spargerà il suo “Profumo” nella Piana per quattro giorni. Gianna Nannini inaugurerà ad Eboli giovedì 28 ottobre il ciclo dei concerti al chiuso del suo “Giannadream Tour 2009” e, per questo, anticiperà il suo arrivo nel salernitano di qualche giorno.

96 ore di prove live prima dell’attesissima ouverture dei concerti indoor, tempo che impegnerà per accordare la sua voce graffiante alla mitica band che fedelmente l’accompagna e trasformare la tappa ebolitana in teatro del debutto di un successo preannunciato già dalla tranche dei concerti di settembre.

La tappa del tour, organizzato da Cose di Musica, è a cura della Anni 60 Produzioni. In scaletta una cronologia di successi che parte dal 1975 fino ad arrivare ai giorni nostri: la rocker senese canterà oltre 25 canzoni, non solo hit tratte dall’ultimo album Giannadream, ma anche brani intramontabili che hanno costellato la sua inimitabile carriera. Gioielli discografici magicamente intrecciati, come “Maschi ed altri”, “Dispetto”, “Grazie”, dal sapore ora radical folk ora pop elettronico contemporaneo fino a giungere alle aperture sinfoniche di un rock melodico mediterraneo unico ed inconfondibile.

Non mancheranno le sorprese, a cominciare dall’allestimento che si presenta davvero originale e di grande impatto visivo. Al centro del palco svetterà una grande struttura circolare alta 6 metri e larga 4, ricoperta da led luminosi con la quale Gianna interagirà a più riprese. Questa sorta di camera oscura riprodurrà effetti luminosi e sorprendenti grafiche di luce, “una rappresentazione scenica tra sogno e iperreale” anticipa una Nannini entusiasta che aggiunge “quando sono in tour mi sento lontano dal mondo e vicino alla gente”.

Ad accompagnarla una strepitosa band che la rocker chiama “i miei ragazzi dell’Europa”, ovvero i musicisti italiani, tedeschi e austriaci che hanno lavorato al suo disco: Davide Tagliapietra e Giacomo Castellano alle chitarre, Hans Maahn al basso, Thomas Lang alla batteria e Christian Rigano alle tastiere. Una parte del concerto presenterà un innovativo set acustico arrangiato da Tagliapietra. La regia dello spettacolo è curata da Pepi Morgia, light designer Mamo Pozzoli.

L’evento segnerà anche l’apertura della nuova stagione spettacolare di concerti al PalaSele dove, a seguire, sono attesi Renato Zero, Laura Pausini, Gigi D’Alessio e Renzo Arbore.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©