Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

“GIOCHI DI FORME" E "PAESAGGIO IN VIAGGIO” IN MOSTRA ALLA FONOTECA DI NAPOLI


.

“GIOCHI DI FORME' E 'PAESAGGIO IN VIAGGIO” IN MOSTRA ALLA FONOTECA DI NAPOLI
07/07/2008, 16:07

Un singolare connubio. “Giochi di forme” e "Paesaggio in viaggio” sono appunto le due tematiche, all’apparenza estranee, che hanno ispirato la mostra fotografica di un altrettanto singolare artista, per il quale la fotografia consiste nel sovvertire il senso più superficiale delle cose, a partire dagli oggetti del quotidiano, alla ricerca di nuove interpretazioni, forme, idee. Un metodo mutuato in parte al surrealismo e al formalismo. Una visuale insolita, un punto di vista completamente ribaltato sono il fine ultimo che emerge da questi scatti incentrati su una prospettiva “altra” fatta di combinazioni, evocazioni, slittamenti. I sensi rendono l’uomo capace di sondare l’inesauribile ricchezza dei fenomeni: ingannano e sorprendono, con "scherzi" che partono dalla forma e si completano nell’esperienza quotidiana, suggerendo la possibilità di cogliere il continuo paradosso dell'universo. (In foto un estratto della mostra, dal titolo "Nuovo Mondo"). L’autore, Giorgio Signori, 29 anni, laureato in Scienze della Comunicazione e dottorando di ricerca presso l’Università Federico II di Napoli, è dotato di una personalità poliedrica, spinto da grandi passioni ad un continuo esplorare il mondo per restarne sempre incantato. Viaggiatore solitario in moto, sulle due ruote carica, oltre alla macchina fotografica, l’attrazione per il mondo delle narrazioni e del vedere, e l’idea che per rendere la realtà più attraente sia necessario selezionarne alcuni dettagli degni di rilievo. Un continuo peregrinare, il suo, per poter raccontare e mostrare, attraverso ritagli visivi e narrativi, una sfida senza termine. La sezione “Paesaggio in viaggio” racchiude una selezione di foto scattate nel corso di un viaggio compiuto in solitaria attraverso l’Europa: 5mila chilometri di “moto e foto” da Napoli a Londra, passando attraverso gli Appennini e le Alpi, i fiumi e le valli di Francia, Parigi, l’Inghilterra. Un evento da non perdere. L’inaugurazione martedì 8 luglio,  21,30, presso la Fonoteca, via Raffaele Morghen, 31. Le fotografie resteranno in esposizione fino al 21 luglio.
 

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©