Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 2008


GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 2008
18/09/2008, 13:09

 

Sabato 27 e domenica 28 settembre 2008 l’Italia partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio con l’apertura gratuita di oltre 1.000 siti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, a cui si aggiungono oltre 250 realtà individuate da FAI e Autostrade per l’Italia in prossimità della rete autostradale: due giorni dedicati alla cultura con visite guidate, musei e palazzi aperti per l’occasione, presentazione di eventi e restauri, concerti, convegni e itinerari naturalistici.
 
“Le Grandi Strade della Cultura. Viaggio tra i Tesori d’Italia” èlo slogan scelto quest’anno per evidenziare come i grandi percorsi stradali, lungo i quali si è sviluppata la storia del nostro Paese, rappresentino i luoghi dell’incontro tra civiltà e culture diverse e permettano la conoscenza del territorio e dei tesori in esso conservati.
 
Le Giornate Europee del Patrimonio, promosse a partire dal 1991 dal Consiglio d’Europa con il sostegno della Commissione Europea, rappresentano la manifestazione culturale più importante del Continente non solo per il suo significato coesivo, ma anche per l’ampiezza della partecipazione che coinvolge i 49 Stati Membri della Convenzione Culturale Europea firmata nel 1954.
 
L’Italia partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio dal 1995, attraverso il  Ministero per i Beni e le Attività Culturali  che con tutti i suoi Istituti territoriali si mobilita per ampliare l’offerta di servizi e realizzare numerose iniziative. Per il secondo anno consecutivo il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano e Autostrade per l’Italia saranno partner della manifestazione, un’intesa che nel 2007 ha portato 600.000 presenze, con un aumento dei visitatori di oltre il 60% rispetto alle edizioni passate.
 
Le tipologie dei beni presenti nella manifestazione sono volutamente diversificate: si spazia dai castelli ai luoghi di culto, dai musei ai palazzi storici, le gallerie, i siti archeologici, gli archivi e le biblioteche. Parchi, grotte, cascate arricchiscono  l’offerta della manifestazione. Si tratta dei beni naturalistici a cui il Ministero ha voluto dare quest’anno un rilievo particolare per sottolineare l’eccezionalità del paesaggio italiano e il suo bisogno di tutela.
 
La presenza del FAI è particolarmente significativa perché la Fondazione offre da sempre a un pubblico vastissimo la possibilità di riscoprire – attraverso la storia, la cultura, l’arte e l’ambiente – i grandi valori nazionali che ci identificano come popolo.
 
La Società Autostrade per l’Italia, impegnata nel promuovere il patrimonio culturale e ambientale del Paese, partecipa anche quest’anno all’organizzazione e alla campagna di comunicazione delle Giornate Europee del Patrimonio, con la divulgazione gratuita di materiale promozionale informativo e la realizzazione di numerose iniziative rivolte al pubblico della manifestazione.
 
Tutti i beni la cui apertura è promossa dal FAI e da Autostrade per l’Italia saranno dotati di servizi di visite guidate e di una scheda culturale monografica a cura della Fondazione, per rendere la scoperta dei beni più ricca e coinvolgente.
 
All’iniziativa aderiscono anche il Ministero degli Affari Esteri – con gli Istituti Italiani di Cultura all’estero – il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la Protezione Civile – con i propri volontari su tutto il territorio nazionale – le Regioni, gli Enti Locali, organizzazioni private, associazioni e, per la prima volta quest’anno, anche il Ministero dell'Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e L'Immigrazione – Fondo Edifici di Culto (FEC).
 
Tra gli eventi in Campania (in allegato elenco completo)
 
Provincia di Avellino
 
Monteforte Irpino
Visita guodata: Un angolo di medioevo campano: il borgo di Monteforte Irpino
27-28 settembre ore 9.00-12.00/15.00-20.00
Sabato 27 ore 17.00: palio di San Martino con ricostruzione storica di vita medievale in tutto il borgo
Domenica 28 ore 19.00: concerto "Napoli ieri e oggi" a Palazzo Loffredo
Borgo di Monteforte Irpino - Via San Martino
Segnalato da FAI - Fondo per l’Ambiente Italiano e Autostrade per l’Italia
Visita guidata negli spazi del Castello medievale, della Chiesa di San Martino e della Cappella Palatina. La storia di Monteforte Irpino, da cui transitò anche Annibale, è antichissima. I suoi nuclei più significativi sono i Sant’ruderi del Castello e la Chiesa di San Martino con la Cappella Palatina, eredità medievale del borgo.
 
Sant’Angelo dei Lombardi
Apertura straordinaria: Dal recupero alla valorizzazione. L’Area Castello e l’Abbazia del Goleto di Sant’Angelo dei Lombardi
27-28 settembre ore 10.00-12.00/16.00-19.00
Area Castello – Abbazia del Goleto
Centro Storico – Località Goleto
Tel. 0825 279207
Segnalato da MIBAC
Il Museo dell’Opera dell’ “Area Castello” di Sant’Angelo dei Lombardi si è in questi decenni ricomposto con nitida evidenza, meritandosi il riconoscimento d’interesse regionale. Prima del terremoto del 1980 l’immobile a due livelli, che oggi offre ai visitatori una preziosa pagina della storia medievale e moderna irpinia, si sviluppava intorno ad un cortile trapezoidale ed era il risultato delle numerose trasformazioni succedutesi nel tempo sull’antica residenza dei Caracciolo del Sole prima, degli Imperiale poi. Durante l’ultimo ventennio i resti dello storico edificio sono stati interessati da organici interventi di recupero. Dalle indagini sono emerse nelle immediate adiacenze del donjon - la grande torre per la difesa - le strutture dell’antica cattedrale di Sant'Angelo dei Lombardi (XI secolo), completamente inglobate nell’ala sud-ovest del castello. Fondata da San Guglielmo da Vercelli intorno al 1130, l‘abbazia del Boleto vive oggi un nuovo fermento spirituale e culturale, anche grazie al recente intervento che ne ha ripristinato l’equilibrio estetico.
 
Provincia di Benevento
 
Benevento
Visita Guidata: Italia Langobardorum: affreschi Beneventani
15 settembre/15 ottobre ore 9.00-19.00 (lun-ven) 9.00-13.00 (sab)
27-28 settembre ore 9.00-19.00
Archivio di Stato e Chiesa di San Marco ai Sabariani - Piazzetta San  Marco
Segnalato da MIBAC
La pittura di epoca longobarda a Benevento continua a riservare agli studiosi e al pubblico sorprese e novità. La Chiesa di San Marco ai Sabariani, dove erano stati recentemente ritrovati alcuni lacerti affrescati di epoca longobarda, ha restituito, grazie al proseguimento della campagna di scavi, i resti di un intero ciclo che permette nuove considerazioni sull’argomento. Durante le Giornate Europee sarà possibile visitare gli scavi in corso e sarà allestita una piccola mostra sul sito e sugli scavi nell’adiacente prestigiosa sede dell’Archivio di Stato. L’attività di ricerca sulla chiesa si inserisce nell’ambito della valorizzazione delle testimonianze di cultura longobarda in occasione della candidatura della basilica di Santa Sofia all’ingresso nella Lista del Patrimonio mondiale UNESCO.
 
Provincia di Caserta
 
Caserta - San Leucio
Visita Guidata: Il progetto di Ferdinandopoli, patrimonio UNESCO
27-28 settembre ore 9.30-17.00
Visite guidate ore 9.30/10.45/12.00/15.30/17.00
Complesso Monumentale del Belvedere di San Leucio - Via Atrio Superiore Parrocchia, 2
Tel. 0823 273155
Segnalato da FAI - Fondo per l’Ambiente Italiano e Autostrade per l’Italia
Visita guidata agli ambienti del Complesso Monumentale del Belvedere di San Leucio. Nato come riserva di caccia della vicina Reggia, fu trasformato da Ferdinando di Borbone con un progetto all’avanguardia in "colonia dei setaioli". Dal 1997 è Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
 
Valle di Maddaloni
Percorso: Percorsi d’acqua. Alla (ri)scoperta dell’Acquedotto Carolino. "Puliamo i Ponti"
27-28 settembre ore 9.00-13.00
Valle di Maddaloni - Località Ponti della Valle
Statale 265
Tel. 081 7901162 - 333 8697116
Segnalato da MIBAC
Opera di pulizia e recupero denominata “Puliamo i Ponti”, presso i Ponti della Valle, grandiosa ed ardita opera architettonica, che sin dalla sua costruzione ha destato meraviglia in tutti coloro che vi si imbattevano. Diversi volontari si adopereranno per pulire i Ponti e le zone immediatamente circostanti da erbacce e rifiuti che purtroppo infestano questi luoghi. Contemporaneamente sono previsti stands informativi del mondo associazionistico volti alla sensibilizzazione su tematiche ambientali, di tutela e valorizzazione del territorio, con momenti di intrattenimento rivolti ai bambini. Si prevede inoltre, un appuntamento per gli appassionati sportivi con una gara podistica da svolgersi tra gli scenari attraversati dall’acquedotto, in grado di restituire la continuità dell’acquedotto.
 
Provincia di Napoli
 
Bagnoli
Visita Guidata: Presentazione di alcuni modelli navali storici restaurati
27-28 settembre ore 8.00-13.00/14.00-18.00
Museo del Mare - Via di Pozzuoli, 5
Tel. 081 6173749
Segnalato da MIBAC
In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio la direzione del Museo presenta al pubblico gli interventi di restauro eseguiti su alcuni modelli della marineria napoletana del ‘700 e ‘800 e la relativa pubblicazione realizzata per illustrarne il metodo, la finalità e le scoperte. Durante i lavori sono stati sottoposti ad intervento manutentivo e di pulitura: 1. gozzo sorrentino; 2. corvetta didattica da istruzione; 3. nave a senale; 4. nave mercantile con tre alberi; 5. picco da carico. Tutti i modelli restaurati hanno recuperato il loro fascino e splendore iniziale, pronti ad assolvere lo stesso compito decorativo, espositivo o didattico per il quale furono creati. A margine vengono presentate alcune tele della pittrice Barbara Tropeano.
 
Napoli
Didattica e non solo: La scuola adotta una festa
27 settembre ore 9.30
Castel Sant’Elmo - Via Tito Angelini
Tel. 081 2464111
Segnalato da MIBAC
La manifestazione proposta alle scuole durante la Settimana della cultura del 2007 si conclude con la proiezione degli elaborati dei ragazzi delle oltre ottanta scuole partecipanti. L’attività delle scuole ha fatto emergere un intero patrimonio di feste che permettono di presentare per le Giornate Europee una prima traccia di calendario delle feste della Campania.
 
Napoli
Visita Guidata:Il ritorno di Caravaggio: il Martirio di Sant’Orsola a Palazzo Zevallos Stigliano
27-28 settembre ore 10.00-18.00
Galleria di Palazzo Zevallos Stigliano - Via Toledo, 185
Tel. 0080016052007
Segnalato da FAI - Fondo per l’Ambiente Italiano e Autostrade per l’Italia
Visita guidata tra i capolavori della Galleria di Palazzo Zevallos Stigliano, sede museale di Intesa Sanpaolo.
Dall’ultimo capolavoro di Caravaggio alle immagini setteottocentesche di Napoli e del territorio campano realizzate dai vedutisti olandesi G. Van Wittel e A.S. Pitloo.
 
Napoli
Visita Guidata: Centro Musei delle Scienze Naturali: un affascinante viaggio nel mondo della natura e dell’uomo
27-28 settembre ore 9.00-13.00
27 settembre ore 10.00 Museo di Paleontologia, ore 11.30 Real Museo Mineralogico
28 settembre ore 10.00 Museo Zoologico, ore 11.30 Museo di Antropologia
Visite guidate Pren. Obbl. entro il 24 settembre Tel. 081 2537517 - 0812537516
Centro Musei delle Scienze Naturali – Università degli Studi Federico II di Napoli
Via Mezzocannone, 8
Tel. 081 2535162
Segnalato da FAI - Fondo per l’Ambiente Italiano e Autostrade per l’Italia
Visita guidata ai Musei del Centro delle Scienze Naturali di Napoli. Nato dall’aggregazione dei Musei di Zoologia, Mineralogia, Antropologia e Paleontologia, il Centro offre l’affascinante possibilità di scoprire cristalli di quarzo, fossili, antichissimi oggetti di uso quotidiano e oltre 100.000 specie di insetti.
 
Napoli
Visita Guidata: Il restauro delle arti minori in Palazzo Reale: guida alla scoperta di piccoli capolavori
27-28 settembre ore 9.00-20.00
Appartamento Storico del Palazzo Reale di Napoli – Sale IV, V, VI
Piazza del Plebiscito, 1
Tel. 081 5808111 - 5208326
Segnalato da MIBAC
In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, la direzione del Museo presenta al pubblico gli interventi di restauro eseguiti nelle Reali Anticamere e nella Sala del Trono del Palazzo Reale. Sono state sottoposte ad intervento manutentivo e di pulitura le pregevoli tappezzerie in seta di San Leucio che decorano le pareti del Museo e i tendaggi. L’arazzo napoletano del 1762 raffigurante “Il ratto di Proserpina” è stato sottoposto a spolveratura e sostituzione della fodera e del bordo. Infine il trono, databile alla prima metà dell’Ottocento e coronato da un’aquila con stemma sabaudo, è stato sottoposto ad interventi di restauro, consolidamento, stuccatura e lucidatura delle parti lignee e, per le parti in tessuto, a interventi di restauro e copertura con tulle di protezione.
 
Napoli
Visita Guidata: Dentro Pompei immaginaria
27-28 settembre ore 11.00-12.00
Napoli, Palazzo Reale, Sale Pompeiane (itinerario di completa accessibilità)
Piazza del Plebiscito, 1
Tel. 081 5808320
Segnalato da MIBAC
Le sale pompeiane di Palazzo reale, così come furono progettate dagli architetti di corte a metà dell’Ottocento formano una ideale scenografia di interno pompeiano. La visita illustra il rapporto con la documentazione degli scavi di committenza borbonica ed il gusto dell’antico nella pittura e nell’arredo. A cura del Servizio Educativo della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per Napoli e Provincia.
 
Pompei
Visita guidata: "La Casa del Fauno tra scavi e Museo Archeologico"
27-28 settembre
Ore 10.00 Pompei
Ore 16.00 Napoli
Scavi di Pompei - Museo Archeologico Nazionale di Napoli
Pompei: via Villa dei Misteri - Napoli: Piazza Museo, 19
Tel. 081 442211 - 4422276
Segnalato da MIBAC
Si propongono, 27 e il 28 settembre 2008 ore 10.00, a cura di Ilaira Donati e Luca Prosdocimo, un breve percorso all’interno degli scavi di Pompei, che precederà; un’ attenta visita alla Casa del Fauno e, ore 16.00, una visita nel Museo Archeologico di Napoli alla sezione di Mosaici, dove sono esposti materiali provenienti dalla stessa Casa del Fauno.
 
Provincia di Salerno
 
Morigerati
Presentazione: Voci di donne
27-28 settembre ore 9.30-13.00/16.00-20.00
Museo etnografico di Morigerati  - Via Granatelli
Tel. 0765 332078 - 348 9136106
Segnalato da MIBAC
Voci di donne è un’ iniziativa che, a partire da settembre, renderà fruibili brevi narrazioni biografiche di donne che vivono nel piccolo comune di Morigerati. L’ascolto sarà possibile in alcune delle sale del Museo oppure in cuffia nella sala multimediale. Il Museo nasce come collezione privata nel 1976 per iniziativa di Clorinda e Modestina Florenzano e custodisce oltre 1000 oggetti relativi alle attività lavorative tradizionali del territorio della valle del Bussento.
 
Valva
Visita Guidata: Il patrimonio statuario ed arboreo di Villa d’Ayala Valva: presentazione dei primi restauri
27-28 settembre ore 10.00-13.00/16.00-19.00
Villa d’Ayala Valva - Piazza Rimembranza, 1
Tel. 089 2573245 - 380 7305534
Segnalato da MIBAC
Due intere giornate per passeggiare nello splendido parco della villa, immerso in uno degli angoli più suggestivi del Salernitano, la Valle del Sele, ancora non inserito nei tradizionali itinerari turistici. I visitatori potranno ammirare secolari alberi di alto fusto e gruppi scultorei, bronzi e vasi provenienti dalle botteghe d’arte e fonderie più accorsate dell’Ottocento e Novecento. Villa d’Ayala Valva: castello neomedievale e parco secolare alle pendici del Massiccio del Monte Marzano.
Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©