Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Giovanni Rega nuovo presidente Adoc


Giovanni Rega nuovo presidente Adoc
13/05/2011, 16:05

Lo sapevate che i cittadini in Campania pagano l’accise più alta della nazione ed il pieno di benzina è di 15 euro, 2 euro in più delle altre regioni italiane? Esordisce così Carlo Pileri, presidente dell’ADOC Nazionale, l’associazione dei consumatori della UIL che stamane ha celebrato il suo VI Congresso in Campania col titolo Consumatori uniti contro la crisi.

L’Italia è bloccata al 12% per quanto concerne la produzione di energie alternative, contro la vicina Germania che ha raggiunto quota 50%, continua Pileri, il nostro Paese è “petrolio dipendente” il ché porta conseguenze molteplici, come l’aumento dei prezzi del carburante, che fa tremare le nostre tasche ed incide sui prezzi a dettaglio di tutti i prodotti trasportati su gomma, a partire dai beni di prima necessità. E ancora, sulla crisi finanziaria, afferma Pileri, le banche non fanno sconti a nessuno, addirittura oggi i nostri consumatori sono costretti a pagare 1 euro di commissione anche presso gli sportelli delle proprie banche per ritirare i propri soldi, e questo perché l’Italia è il paese con maggiore percentuale di moneta contante e l’API ci ha risposto, sottolinea il leader ADOC Nazionale, che non è possibile evitare la commissione perché è la malavita ad utilizzare soprattutto il contante. Ed il bonus malus delle assicurazioni Rca auto non è forse diventato il bonus pejus dove chi non fa incidenti paga gli aumenti delle assicurazioni e chi li fa li paga ancora peggio? Tante le battaglie da portare avanti dall’ADOC nazionale insieme alle Campania e alle altre regioni, come quella della sicurezza alimentare: lo sapevate, afferma Pileri, che l’UE ha permesso che venissero distribuite e vendute carni di seconda generazione di bovini clonati, il ché significa che mangiamo la carne dei figli dei capi di bovini clonati imbottiti di antibiotici?

Queste battaglie sacrosante, afferma Anna Rea, segretario della UIL Campania, bisogna portarle avanti con convinzione, insieme anche alla confederazione per far sì che le associazioni dei consumatori, come già succede negli USA e in Europa, abbiano un peso importante nelle decisioni della politica. In Campania, poi, continua il leader UIL , abbiamo costi e prezzi altissimi dalla benzina alla tarsu: e siamo stufi della demagogia di chi vuole eliminare la tarsu, piuttosto rimborsino i cittadini delle tasse pagate in questi anni per l’immondizia che resta scempio nauseabondo sotto le nostre case, con rischi reali per la salute dei cittadini e si riduca la Tarsu in maniera adeguata e significativa. Sulla sanità tra le tante inadempienze che colpiscono i cittadini di Napoli e Campania, sottolinea Rea, c’è anche quella delle lunghe liste d’attesa per ricoveri e diagnostica, in certi casi urgenti, è una vergogna ed una sofferenza che non possiamo più permettere: per questo accoglieremo tutte le istanze dei nostri consumatori per una class action contro questo odioso fenomeno e apriremo sportelli, insieme alle categorie del settore, per orientare i cittadini pazienti e per raccogliere denunce.Nel corso del Congresso Giovanni Rega è stato nominato presidente dell’Adoc Campania con a fianco Luciana Del Fico, in qualità di vice presidente.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©