Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Giovedì 18 marzo l'emigrazione al centro di incontri di cultura latino americana


Giovedì 18 marzo l'emigrazione al centro di incontri di cultura latino americana
17/03/2010, 17:03

NAPOLI - Il fallimento dell’opera di propaganda del Regime Fascista tra gli italiani emigrati nel Sud America è il tema del primo incontro del ciclo Parabole migratorie : “All’ombra del Littorio. Gli italiani d’Argentina e la propaganda del governo fascista”, giovedì 18 marzo - ore 15,30 alla Biblioteca Nazionale di Napoli.

Introdotto dal direttore della Biblioteca, Mauro Giancaspro, il ricercatore Valerio Giannattasio, Università di Napoli l’Orientale, tenterà di dare una risposta sulle motivazioni che spinsero le comunità italiana a resistere al fascismo .

Il ciclo di incontri Parabole migratorie vuol ripercorre la storia degli “Italiani all’estero” proprio a partire dal 1922 , periodo in cui Il fascismo riservò una speciale attenzione al problema dell’ emigrazione, visto come strumento di diffusione degli ideali imperialistici di Mussolini.

In Argentina, il paese sudamericano con la più vasta comunità italiana, si intervenne con un notevole sforzo propagandistico per assicurarsi il controllo delle maggiori associazioni etniche e dei principali quotidiani locali. La diffusione del fascismo fu promossa attraverso la proiezione di film, la pubblicazione di foto e articoli provenienti dall'Italia su importanti giornali e periodici argentini. Allo stesso tempo vasto eco ebbero le imprese aeree di De Pinedo e Balbo e le visite di personaggi di spicco della politica e della cultura italiana, che aprirono la strada a una sorta di scambio culturale tra i due paesi.

Gli incontri a cura delle sezioni americana e Venezuelana proseguono il 24 marzo con “Napoli Barrio Latino”

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©