Cultura e tempo libero / Happy hour

Commenta Stampa

Giovedìnote: Ipse Dixie live a piazza Bellini


Giovedìnote: Ipse Dixie live a piazza Bellini
13/09/2011, 10:09

Sarà un viaggio emozionale tra le note del genere “Dixieland” il prossimo appuntamento con la musica live del Caffè Letterario Intra Moenia. Giovedì 15 settembre, dalle 21.30, gli Ipse Dixie avvolgeranno piazza Bellini nel sound del jazz delle origini. L'atmosfera unica delle strade e dei locali di New Orleans riecheggerà per una sera nel cuore del centro storico napoletano. Un rendez-vous che si preannuncia suggestivo quello di questa settimana con il “Giovedìnote”, la rassegna, diretta da Marco Zurzolo e Bruno La Mura che da settembre si avvale del patrocinio morale del Comune di Napoli.

Gli Ipse Dixie schierano gli strumenti tipici del “Dixieland”, ovvero strumenti portatili che permettono al gruppo di suonare anche marciando per animare strade e piazze, nel solco delle celebri "marching bands" di New Orleans. La formazione è composta da Alex Cerdà alla tuba, Federico Poole al banjo, Vincenzo Provvido alla batteria e Ciro Riccardi alla tromba. Il quartetto ospiterà ai sassofoni Pietro Santangelo degli Slivovitz per una jam session d'eccezione.

Con il termine “Dixieland” viene definito il particolare modo di suonare lo stile New Orleans da parte dei "bianchi". Il genere nasce poco tempo dopo il "New Orleans" e costituisce il primo anello di una catena che porterà i musicisti bianchi ad "impadronirsi" costantemente dei linguaggi musicali degli strumentisti afro-americani. Nel “Dixieland”, il ragtime incontra la banda, il blues la quadriglia, l'Africa l'Europa. È un sound che riesce ad essere popolare e a intrattenere, e allo stesso tempo ad evolvere in modo creativo attraverso una profonda forza innovatrice. Una musica che può essere da festa e da parata, da bordello e da funerale.

Il repertorio del gruppo si compone di arrangiamenti di alcune delle più rappresentative melodie del genere, attraversando tutta la gamma dei registri espressivi che il “Dixieland” permette: dall'incalzante Tiger Rag alle canzonette classiche come “Hello Dolly” o “Gone with the Wind”, passando per i veri inni del “Dixieland” come “When the Saints Go Marching In”, fino alla struggente musica da funerale di “Just a closer Walk” o “St. James Infirmary”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©