Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Il Cardinale Sepe unisce le due ricorrenze

Giubileo del Mare benedetto dalla Madonna di Porto Salvo

Santa Messa, iniziative ecologiche e Notte bianca

.

Giubileo del Mare benedetto dalla Madonna di Porto Salvo
15/06/2011, 16:06

NAPOLI – E’ la benedizione impartita da Sua Eminenza Crescenzio Sepe, ai sommozzatori, che ha aperto ufficialmente il Giubileo del Mare; sommozzatori,  che hanno ripulito i fondali antistanti la Stazione Marittima da Batterie esaurite e quant’ altro inquina e offende il nostro mare. A seguire sempre il Cardinale Sepe ha officiato la Santa Messa nel solone delle conferenze della nuovissima Galleria del Mare. Una messa dal chiaro volto multietnico, questo grazie alla presenza sia di fedeli che di concelebranti di altre etniee. Infatti come ormai da giorni si dice: “Il mare divide i continenti, ma unisce i popoli”.
Le attività della giornata prevedono anche una suggestiva processione “Marina” resa possibile grazie all’ ausilio della Capitaneria di Porto che ha messo a disposizione alcune imbarcazioni; su una di queste vi prenderà posto l’Arcivescovo di Napoli Sepe che co se a bordo avrà l’ icona della Madonna di Porto Salvo, di cui ricorre la festa proprio in questi giorni, e che per l’ occorrenza si festeggia nel corso del Giubileo del Mare. Con e imbarcazioni si raggiungerà l’ imbocco delporto di Napoli dove si erge una statua raffigurante San Gennaro, patrono della città, qui Sepe lancerà in mare una corona di fiori in memoria di tutti i militari e non morti in acqua.
Oltre alla commemorazione dei caduti in mare, Sua Eminenza si sofferma anche su chi in nome del mare soffre e fa soffrire i propri familiari; qui è chiaro il riferimento ai nostri corregionali, marittimi ostaggi dei pirati dichiarando:” Bisogna ricordare ai responsabili a tutti i livelli, delle condizioni di grande sofferenza in cui versano questi prigionieri dei pirati, e fare ilpossibile per far si che ritornino sani e salvi alle loro famiglie”.
Tra le autorità presenti alle celebrazioni ricordiamo: L’ Ammiraglio Domenico Picone, comandante della Capitaneria di Porto di Napoli, l’ assessore regionale all’ assistenza sociale, Ermano Russo su delega del Presidente della Regione Campania Caldoro, Don Luigi Merola, il Sen Salvatore Lauro. Ed è proprio Laura a ribadire quanto fosse importante questo Giubileo del Mare, dichiarando: “Napoliè una città che guarda al Mediterraneo; Napoli è la capitale del Mediterraneo ed i giovani devono guardare a questi come fonte di investimento professionale”. Nel corso della giornata verranno presentati dei work shop, che daranno la possibilità a 50 giovani di formarsi professionalmente nel settore marittimo, e approdare, è il caso di dire, nel mondo del lavoro. Sarà una Notte Bianca nella galleria del mare che accompagnerà questa giornata Giubilare dedicata al mare alla conclusione. Si potrà infatti godere della Stazione Marittimafinoa Notte noltrara.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©

Correlati

15/06/2011, 16:06

Al via la rassegna Cairano 7x