Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Dal salone di Torino Micromega lancia campagna sul web

Gli appassionati del libro “gridano”, Hack senatrice a vita!


Gli appassionati del libro “gridano”, Hack senatrice a vita!
15/05/2011, 10:05

TORINO – Dal Salone Internazionale del Libro di Torino, l’astrofisica Margherita Hack, ribadisce che "L'energia nucleare è  necessaria". Secondo la scienziata : "Il petrolio e il metano si stanno esaurendo e il carbone è più  abbondante ma molto inquinante e  bisognerebbe sviluppare al massimo le energie rinnovabili”.  Secondo Margherita Hack  è sbagliato  farsi influenzare da cio' che e' successo in Giappone.  L’astrofisica asserisce  che la ricerca non si deve abbandonare in quanto  l'umanità ' e' progredita perché  ogni progresso tecnologico ha avuto le sue vittime, ma da queste vittime e questi disastri si e' imparato e si e' andati avanti. “Quando l'uomo ha scoperto il fuoco, se lo avesse abbandonato dopo il primo incendio saremmo ancora all'epoca delle caverne”, ha dichiarato.  Intanto a gran voce, proprio dal salone di Torino, gridano ''Margherita Hack senatrice a vita'':  Anche la rivista  Micromega lancia tra gli applausi del pubblico una campagna sul web. Dall'alto dei suoi 89 anni pero', l'astrofisica toscana si schermisce: ''E' un onore, ma non credo di meritarlo'', dice, ''non ho scoperto nulla''. Anche se, ammette, ''fanno piacere stima e affetto della gente''.
Margherita Hack è stata professoressa ordinaria all'Università di Trieste di astronomia dal 1964 al 1º novembre 1992 anno nel quale fu collocata "fuori ruolo" per anzianità e la sua Cattedra fu messa a concorso e vinta dall'allievo Fabio Mardirossian direttore dell'Osservatorio; poi è passata al ruolo di professore emerito dal 1998. Ha diretto l'Osservatorio Astronomico di Trieste dal 1964 al 1987, portandolo a rinomanza internazionale.Membro delle più prestigiose società fisiche e astronomiche, Margherita Hack è stata anche direttore del Dipartimento di Astronomia dell'Università di Trieste dal 1985 al 1991 e dal 1994 al 1997. È un membro dell'Accademia Nazionale dei Lincei (socio nazionale nella classe di scienze fisiche matematiche e naturali; categoria seconda: astronomia, geodesia, geofisica e applicazioni; sezione A: Astronomia e applicazioni). Ha lavorato presso numerosi osservatori americani ed europei ed è stata per lungo tempo membro dei gruppi di lavoro dell'ESA e della NASA. In Italia, con un'intensa opera di promozione ha ottenuto che la comunità astronomica italiana espandesse la sua attività nell'utilizzo di vari satelliti giungendo ad un livello di rinomanza internazionale.Ha pubblicato numerosi lavori originali su riviste internazionali e numerosi libri sia divulgativi sia a livello universitario. Nel 1994 ha ricevuto la Targa Giuseppe Piazzi per la ricerca scientifica. Nel 1995 ha ricevuto il Premio Internazionale Cortina Ulisse per la divulgazione scientifica.Margherita Hack nel 1978 fondò la rivista bimensile L'Astronomia il cui primo numero vide la luce nel novembre del 1979; successivamente, insieme con Corrado Lamberti, diresse la rivista di divulgazione scientifica e di cultura astronomica Le Stelle.In segno di apprezzamento per il suo importante contributo, le è stato anche intitolato l'asteroide 8558 Hack. Ha ottenuto la Cittadinanza onoraria dei comuni di Castelbellino di Medicina e di San Casciano in val di Pesa.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©