Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Gli studenti campani premiano il vincitore del Morante Ragazzi


Gli studenti campani premiano il vincitore del Morante Ragazzi
23/05/2010, 18:05

La giuria popolare, composta da circa mille studenti campani di scuole secondarie inferiori e superiori della Campania, ha decretato Paola Capriolo supervincitrice del Premio Elsa Morante Ragazzi 2010. La maggioranza delle preferenze dei giovani, infatti, è andata al libro “No” (Edizioni El). Gli altri due libri vincitori sono stati “Pianoforte” di Patrizia Rinaldi (Edizioni Sinnos), al secondo posto per una manciata di voti, e “L’eco della frottola” di Fabrizio Gatti (Edizioni Rizzoli). Durante la cerimonia di premiazione, che si è svolta nella sala Newton di Città della Scienza di Napoli e che ha interessato studenti provenienti da scuole di Napoli, Caserta, Avellino e Benevento, una folla di giovani ha partecipato con allegria e trasporto all’evento .

La manifestazione culturale si è aperta come una vera e propria festa grazie alla coinvolgente performance acrobatica dell’artista argentino Claudio Javier Benegas e all’ appassionante esibizione canora di Giovanni Block che a suon di musica ha entusiasmato l’intera platea trascinata anche in balli e trenini sotto il palco.
Lo spettacolo ha anticipato l’intervento della giuria tecnica del Morante presieduta da Dacia Maraini e composta da Andrea Camilleri, Francesco Cevasco, Enzo Colimoro, Maurizio Costanzo, Chiara Gamberale , Emanuele Trevi, Teresa Triscari e Tjuna Notarbartolo. Dopo l’intervento della professoressa Maria Franco, coordinatrice degli insegnanti dell’Istituto Minorile di Nisida, a consegnare il Premio Speciale Nisida-Roberto Dinacci a Mario Gelardi, curatore del libro “La ferita”, è stato il magistrato Raffaele Cantone. Successivamente la consegna di un Premio Speciale alla Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’Infanzia, per la pubblicazione de “Il cielo stellato sopra di me” di Olimpia Ammendola, e “I consigli di Fidelio e Fidelia” a cura del Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli, per il quale sono saliti sul palco la Responsabile Politiche Sociali della Fondazione Banco Napoli Assistenza all’Infanzia Rosalba Cerqua e il Tenente Colonnello del Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli Massimo Ferrucci.
Come da tradizione la giuria, rappresentata da Dacia Maraini, Emanuele Trevi, Enzo Colimoro e Tjuna Notarbartolo, ha poi intervistato i tre vincitori, ed una buona parte dei giovani giurati è intervenuta leggendo i propri giudizi sui tre libri. A premiare Fabrizio Gatti, vincitore con l’”Eco della Frottola”, è stato Carlo Guardascione della Fondazione Idis-Città della Scienza. Il Procuratore Aggiunto Aldo De Chiara ha consegnato il premio a Patrizia Rinaldi che ha vinto con “Pianoforte”, e Dacia Maraini ha infine consegnato il Premio Elsa Morante Ragazzi 2010 a Paola Capriolo e al suo “No”.
“Se Elsa Morante fosse qui sarebbe molto orgogliosa – ha detto la Maraini - è bello vedere come la cultura possa provocare l’entusiasmo di tutti questi ragazzi. Ciò che sorprende quasi in maniera imbarazzante è l’assenza delle istituzioni per una manifestazione tanto radicata ormai sul territorio e così sentita dai giovani studenti di tutta la Campania”.
Tjuna Notarbartolo, Direttore del Premio, completa: “Trovo spiacevole la latitanza del Comune di Napoli anche quest’anno (l’assessore Oddati non ha neanche risposto alle nostre lettere, richieste ed inviti). Spero molto che la nuova Regione Campania del Presidente Caldoro dia la giusta importanza alla cultura e che ponga termine a lunghi anni di difficoltà e di sgambetti che per la vecchia Regione avevamo dovuto affrontare, riuscendo a sopravvivere solo per il prestigio della manifestazione che, trovando difficoltà in Campania, è stata celebrata negli anni a New York come al Parioli di Roma. Confido nei tempi che cambiano”.
L’evento è stata organizzato dall’Associazione Culturale Premio Elsa Morante sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©