Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

Golf Clinic al Golf & Country Club del Castello di Spessa


Golf Clinic al Golf & Country Club del Castello di Spessa
15/02/2011, 14:02

Migliore le proprie performances sportive ma acquisire anche, attraverso il golf, maggiore consapevolezza di sé e sicurezza: la proposta viene dal Golf & Country Club del Castello di Spessa di Capriva del Friuli, nel Collio goriziano, dove da marzo vengono organizzate l’ultima settimana di ogni mese le Golf Clinic “La cultura dei Sette passi nel golf”. Tre giorni di full immersion nel mondo del golf, a cui possono prendere parte sia golfisti che vogliono consolidare la tecnica di gioco, sia persone che si avvicinano per la prima volta al golf ed intendono conoscerlo.

I corsi, che iniziano sempre di lunedì e di gioveì, sono tenuti dal maestro Andrea Ferlito, noto per la sua comprovata esperienza nel settore, e dal mental coach Roberto Rossi, psicologo da anni impegnato nel circuito della formazione sportiva ad alti livelli. Lavorando in sinergia, i due professionisti si dedicano ai golfisti non solo dal punto di vista del miglioramento della tecnica ma anche dal punto di vista psicologico ed emozionale, analizzando l’interiorità dell’allievo al fine di fargli sviluppare una nuova forza interiore e migliorandone così l’approccio nella tecnica.

Il coaching mentale costituisce la nuova frontiera dell’allenamento, in tutte le discipline sportive. Giocando a golf, nel 70% opera la testa e, nel restante 30%, la tecnica, spesso manca la consapevolezza. I due maestri conducono i partecipanti verso un golf più ricco di emozioni, di buon umore, di gioco di squadra psicofisico, che li porterà a saper usare in modo corretto le loro risorse, a gestire l’ansia, lo stress, la paura di vincere. Un esercizio sportivo e mentale, per migliorare sì la tecnica, ma anche e soprattutto la forza interiore. Passo dopo passo, per valorizzare le piccole azioni quotidiane che sono la base dello star bene e per risolvere conflitti interiori che non permettono di vivere serenamente e condizionano, di conseguenza, anche le prestazioni golfistiche. Le giornate, intitolate “L’imprevisto ad ogni angolo” , si svolgono all’insegna dell’imprevedibilità perché questo è il golf.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati

31/03/2011, 16:03

Il Golf con lo stile Lexus