Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Gran Carnevale di Maiori: domani in strada i Carri Allegorici


Gran Carnevale di Maiori: domani in strada i Carri Allegorici
15/02/2010, 17:02

Sono attesi in Costa d’Amalfi migliaia di persone per il Gran Carnevale di Maiori realizzato dal comitato cittadino col sostegno della Provincia di Salerno e del Comune di Maiori e con la collaborazione della Regione Campania e dell’Ept. L’evento, che si concluderà domenica prossima  prenderà il viadomani martedì 16 febbraio alle ore 10 con gli Sbandieratori di Borgo San Nicolò di Cava de’ Tirreni che si esibiranno dal Corso Regina al Lungomare. A seguire (ore 11) spettacolo di ginnastica ritmica sul piazzale antistante l’Hotel Panorama e alle 15 apertura della sfilata dei carri allegorici, con partenza dalla Costa d’Angolo ed arrivo al Porto Turistico con esibizione dei gruppi di ballo. L’evento proseguirà sabato 20 febbraio alle ore 23 al Palatenda del Porto Turistico dove, direttamente da “Un Posto al Sole”, sarà ospite il Nico della fiction di Rai3 Luca Turco.
 
Cinque sono le opere in concorso: “Porci Italiani” a cura del gruppo “Schizzichea”, “Pronti al Decollo” dell’associazione “I Monelli”, “Annibale L’Americano” del gruppo “Nuovi Pazzi”, “Affari Tuoi” dell’associazione “Scherzi a Parte ‘93” e “Il Bruco Danzante” del gruppo “I Soliti Igno..Ti” e dell’associazione “Scugnizza”.
 
Gran finale domenica 21 febbraio con Lele Mora e Elenoire Casalegno che farà da madrina all’ultima sfilata dei carri allegorici. Sempre al porto turistico (ore 10.30) divertimento con musica e il “Fantastico Mondo delle Favole”. Alle 15 apertura sfilata dei Carri Allegorici, con partenza da Via N. Chiunzi ed arrivo al Porto Turistico con esibizione dei gruppi di ballo. Parata del “Fantastico Mondo delle Favole” con coreografie a tema. Alle 22 premiazione dei carri allegorici e gruppi di ballo e grande spettacolo pirotecnico. Il Gran Carnevale di Maiori si chiuderà con una serata disco.
 
Nella giornata di ieri si sono invece suseguiti una serie di aventi a cominciare dalla manifestazione “Carnevale per tutti” che ha visto protagonisti sul Piazzale del Porto i giovani diversamente abili della Costiera in spettacoli e giochi, musiche e balli. Poi, il “Concorso delle Mascherine”con spettacoli di animazioni e in serata la serata di ballo in maschera “Brasil House” con il dj Enzo Mammato.
 
 Grande successo in questi giorni hanno riscosso le tre commedie teatrali riproposte proprio nell’ambito del carnevale maiorese: “La Ribalta” di Ravello che ha presentato “Uomo e Galantuomo”; l’Associazione Atellana di Maiori con “Cose Turche”, e la compagnia “Proscenio” di Minori che ha portato in scena “Se devi dire una bugia dilla grossa”. Il Gran Carnevale di Maiori nacque nel 1969, quando l'intera popolazione decise organizzare una grande festa coinvolgendo tutti i paesi della Costiera Amalfitana: da Cetara a Tramonti, da Minori ad Amalfi. I carri venivano costruiti nel centro del paese in modo da favorire la partecipare attiva di centinaia di persone. Ma fu agli inizi degli anni '80 che il Carnevale di Maiori raggiunse l’apice, acquistando fama e importanza, soprattutto per la presenza di spettatori. Un successo che consentì a Maiori di guadagnarsi il titolo di “Secondo Carnevale d'Italia”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©