Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Grande attesa per i Blur in chiusura del "Rock in Roma"

La band britannica chiude un evento da 200mila presenze.

Grande attesa per i Blur in chiusura del 'Rock in Roma'
29/07/2013, 11:28

ROMA - Si chiude oggi il "PostePay Rock in Roma" con il concerto dei Blur, una brit pop band britannica che ha riscosso grande successo negli anni '90. La rassegna ha proposto quasi 2 mesi di concerti importanti (con 20 grandi live) e oltre 200mila presenze e quest'anno ha rappresentato per l'Italia e per la capitale l'upgrade di innovazione e prestigio, grazie alla crescita della sua proposta artistica (dai Green Day ai Korn, dagli Atoms For Peace al ritorno di Neil Young, dopo 30 anni di assenza da Roma) e alle nuove aree concerto (su tutte, il "white stage" che ha accolto il concerto memorabile di Bruce Springsteen). Il successo riscosso dal "PostePay Rock in Roma" lo sta consacrando, anno dopo anno, come "brand new festival" nel panorama internazionale della musica e del live. La rassegna di quest'edizione ha annoverato un cast di levatura mondiale, come Green Day, The Killers, Toto, Korn, Iggy&The Stooges, Bruce Springsteen, Mark Knopfler, Zucchero, Neil Young&Crazy Horses.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©