Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Un video incastrerebbe la veridicità del reality

Grande Fratello 10: sospetto "combinato"



Grande Fratello 10: sospetto 'combinato'
06/12/2009, 15:12

Finalmente è arrivata una prova che scuote la veridicità del reality Grande Fratello. E’ dalla fine del mese di novembre 2009 che gira in rete un filmato che riprende la donna più sexy della casa, Veronica, con il “bruto” Massimo, mentre discutono sul letto e si raccontano i momenti trascorsi nel confessionale dove nessuno, nemmeno telespettatori, possono scrutare quello che accade. A quanto pare, nel filmato allegato alla notizia i due raccontano le varie indicazioni che hanno ricevuto dagli autori all’interno della stanza isolata dal resto della casa. E mentre Veronica parla al barese, un colpo di tosse fortuito fa eco nella stanza per interrompere la discussione diventata oramai compromettente. Ovviamente a metterli a tacere non è stato un loro coinquilino, bensì uno dei tanti autori che sorvegliano 24 ore su 24 la casa.

I PRECEDENTI - Nella storia del GF non ci sono stati altri precedenti così plateali. Chi è stato telespettatore di tutte le edizioni può ricordarsi il servizio di Striscia la Notizia che “mostrò” al pubblico come si udiva la radio nella casa durante le ultime fasi della prima edizione. Un altro precedente si è verificato nell'ottava edizione quando la dottoressa napoletana Lina Carcuro ed il “Cummenda” Roberto Mercandalli si sono affrontati dopo che quest’ultimo uscì dalla casa. Al milanese fu data la possibilità di reincontrare Lina e di affrontarla in un discorso che sembrava suggerito da qualche entità esterna. Tutti sospetti o cose futili che riguardavano singoli casi ininfluenti sul corso del gioco, che, però, già ne minavano la credibilità più assoluta insieme ad altri piccoli particolari.

LE ANOMALIE - Ovvio che la scelta dei personaggi è sempre stata effettuata in base all’appeal mediatico ed al ritorno di audience che ogni singolo concorrente potesse esprimere, ma quest’anno sono aumentati i casi di concorrenti che hanno avuto precedenti nel mondo dello spettacolo e questo non gioca a favore del format Grande Fratello che è stato negli anni simbolo dell’apertura delle porte del mondo dello spettacolo alle masse, da sempre pronte a fare carte false pur di avere un attimo di popolarità. Sarà per la necessità di fare ascolti e di superare gli anni che passano oppure per la contaminazione di altri programmi, vedi uomini e donne, che nel programma c’è una ricerca esasperata dello scoop e dei litigi. A dare adito alla teoria che sul reality c’è la longa manus degli autori è stata anche l’improvvisa novità del voto all’unaminità riguardo la permanenza di un membro che non si è impegnato durante la settimana. Questo serve a motivare i concorrenti non più nel partecipare al gioco essendo loro stessi, ma a spronarli ad essere fenomeni da baraccone per non essere altrimenti considerati anonimi ed eliminabili.

Commenta Stampa
di ElleVì
Riproduzione riservata ©