Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Grande Fratello: padre concorrente contro autori programma


Grande Fratello: padre concorrente contro autori programma
06/12/2010, 12:12


NAPOLI - “Comunque vada a finire, nel confronto tra Sheila e David, perché di questo si tratta, sono certo che sarà un altro “single”, il sesto consecutivo della serie, ad uscire dalla casa del Grande Fratello - esordisce Gennaro Capodanno, padre della giornalista napoletana, molto critico nei confronti della autori della trasmissione - La ragazza salentina non corre alcun rischio. Pur non dando grande contributo alle dinamiche del gioco, si è creata la sua nicchia protettiva partecipando alla kermesse erotica, con tanto di alcove improvvisate, che, fino a quando, “a babbo morto", non si è deciso di dividere i ragazzi dalle ragazze, hanno caratterizzato le dinamiche della casa più spiata d’Italia, satollando le manie pruriginose dei tanti guardoni di questo reality e facendo esclamare con un sorrisetto alla conduttrice, nell’ultima puntata, dinanzi a quasi cinque milioni di telespettatori, che il luogo più erotico della casa era l’armadio dove i ragazzi accoppiati potevano consumare i loro rapidi amplessi lontano dagli occhi indiscreti". "In questa edizione le dinamiche del gioco sono ampiamente prevedibili e previste, studiate a tavolino nei minimi particolari – continua Capodanno – Basti riflettere sugli opinabili meccanismi selettivi operati dal Grande Fratello, che individua una rosa di nominabili, dei quali si ha conoscenza durante la trasmissione, con susseguenti nomine, scontate per chi ha la possibilità di monitorare quanto accade 24 ore su 24, anche con incontri nel confessionale a telecamere spente. Una delle conseguenze è che diversi occupanti della casa in sette settimane di permanenza non sono stati neppure sfiorati dal problema di doversi difendere da un’eventuale uscita, altri sono stati nominati due o anche tre volte. Un gioco equo dovrebbe far sì che tutti i partecipanti, indistintamente, siano nominabili, ma è evidente che così non è". "A ciò si aggiunge il tam tam sui forum più o meno ufficiali, alimentati da clip sapientemente realizzate e date in pasto al popolo del reality – afferma Capodanno -. Per Sheila è stata abilmente costruita l’immagine della “portinaia” della “pettegola”, della ragazza falsa e litigiosa. Sondaggi opportunamente distribuiti e richiamati anche oggi nelle anticipazioni, fanno il resto mandando un chiaro messaggio su chi deve lasciare la casa". “Non è che “mister bretella” o la bella brindisina abbiano scatenato nel corso della loro permanenza, significative simpatie – puntualizza Capodanno -. Ma potrebbe mai la gialappa’s rinunciare a “ridens” uno dei suoi bersagli preferiti? Ed il popolo dei guardoni televisivi potrà fare a meno per molto tempo delle visioni offerte dai corpi avvinghiati, con tette e sederi al vento, che hanno scatenato gli ormoni dei palestrati maschietti, e non solo i loro?”. “Sheila in questo contesto sicuramente non si trova a suo agio – conclude Capodanno - Si tratta di una giovane laureata, acqua e sapone, educata con sani principi morali e dal linguaggio forbito che stride fortemente con gli idiomi e le difficoltà espressive di alcuni concorrenti – conclude Capodanno -. E’ una  'strafiga con la cellulite', come ama definirsi, il cui top erotico si spinge al massimo ad una casta “mutanda giusta”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©