Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Grande partecipazione per il Presepe vivente di Lauro (Av).


Grande partecipazione per il Presepe vivente di Lauro (Av).
09/01/2012, 10:01

A Lauro, nel suggestivo scenario di Via Terra ai piedi del Castello Lancellotti, mercoledì 4 gennaio è stata messa in scena una ricostruzione fedele e realista della Sacra Rappresentazione. Anche quest'anno l'associazione “Il Mondo Che Vorrei”, in collaborazione col Comune di Lauro, e molti volontari hanno organizzato la seconda edizione del "Presepe Vivente". Per la sua realizzazione nulla è stato tralasciato: tutto è stato curato con estrema cura e conoscenza, fino a rendere ogni piccolo particolare importante e caratteristico. Costruire le casette, un ovile, gli scenari, i costumi, la capanna di Giuseppe e Maria in questo borgo medievale ha impegnato persone e tempo, ma il risultato è stato inaspettato. Ogni lavoro è stato affidato ai bambini di Lauro con la supervisione di qualche adulto che conosceva la storia passata. C’erano il fornaio, il venditore di stoffe, il locandiere, il falegname, il fabbro, la commerciante, la cartomante ecc ecc.. Nonostante la giovane età, ognuno dei più piccoli ha sentito il proprio ruolo, immedesimandosi perfettamente nel personaggio e rendendo questa rappresentazione ancora più realistica. Hanno partecipato in prima persona e attivamente al Presepe vivente di Lauro anche l’assessore comunale Rossano Boglione, il presidente del Consiglio comunale Giacinto Bossone e la delegata al turismo Fania Lauro, anima della manifestazione; questi ultimi insieme ai tanti volontari adulti hanno interpretato i personaggi del Presepe e hanno organizzato ogni minimo dettaglio. Per ogni volontario ed ogni “attore” della Sacra rappresentazione entrare nel presepe vivente di Lauro, ha significato abbandonarsi alla magia di un mondo tanto diverso dal nostro, un mondo in cui l'uomo ritorna, con la sua semplicità, ai suoi veri valori. “Lo spettacolo che si vive è così emozionante e carico di sentimenti – commenta la delegata al turismo Fania Lauro -, da farci credere quasi di ritrovarsi nel passato. Siamo già alla seconda edizione e vedendo ogni anno aumentare i visitatori, si spera anche che possano aumentare sempre di più i partecipanti, che la cittadinanza possa rendersi sempre più protagonista. Siamo molto soddisfatti del successo raggiunto ed in generale di come sono state seguite le manifestazione natalizie di “Lauro InVita – Magia di Natale”. Il presepe vivente è qualcosa in più di una semplice manifestazione: è un appuntamento importante che noi organizzatori abbiamo con le persone del paese, con i bimbi che vi partecipano, attraverso una descrizione artistica che riproponga, prima che nelle case, nei nostri cuori, quel miracoloso avvenimento della nascita di Cristo. Nel corso di questi due anni, la manifestazione si è progressivamente evoluta, compiendo un passo alla volta. Oggi, il presepe vivente è divenuto, dopo mesi di impegno, uno spettacolo che commuove ed attira diverse centinaia di persone”.





Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©