Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Grande successo di Gianni Nazzaro per il suo debutto in teatro


Grande successo di Gianni Nazzaro per il suo debutto in teatro
13/03/2012, 13:03

Un ritorno a vecchi ricordi scandito da momenti significativi di tutta la sua vita attraverso monologhi evocativi e musica. Questo il contenuto del nuovo spettacolo di Gianni Nazzaro “Penso che un sogno così...”, con la partecipazione di Francesca Traversa, che ha debuttato al Teatro Greco di Roma. Uno spettacolo scritto da Enzo Avolio, Daniela Del Moro e Emanuele Giovannini, con la regia di Enzo Avolio e la direzione musicale del maestro Pinuccio Pirazzoli.
La scena si apre con la ballata di Mackie Messer e lui è li fermo con il suo incubo quello ricorrente di ogni artista di ritrovarsi davanti ad un pubblico e non ricordare la propria parte. Così accade al personaggio Gianni Nazzaro che sogna di trovarsi in palcoscenico, circondato da ballerini di fronte ad una platea che lo acclama e attende la performance dell'artista, lui, invece, cade in un angosciante vuoto di memoria. Giunge in suo soccorso un personaggio di fantasia: la sua memoria interpretata dalla brava Francesca Traversa, giusta nei modi e nei tempi che si cala in modo perfetto nel personaggio che rappresenta. Memory, umanizzatasi, lo sprona a sfogliare l'album della sua vita. Da qui, nella magia surreale di un sogno, attraverso riflessioni estemporanee, aneddoti e brevi monologhi introduttivi, si ricostruisce il rapporto dell'artista Gianni Nazzaro con la musica, con gli affetti familiari, tra cui Domenico Modugno, modello ispiratore, insieme al suo papà Erminio Nazzaro, alla sua mamma Immacolata, la sua compagna Nada.
Sul palco abbiamo visto un Gianni Nazzaro eclettico, brioso, allegro che recita, canta e addirittura balla, seguito nelle coreografie da Fabrizio Mainini. Ha suscitato grandi emozioni ieri sera Gianni Nazzaro sul palco del teatro Greco sfogiando l'album della sua vita in musica, quella musica che gli ha regalato la celebrità e il successo fin dagli anni settanta. Gli ingrediente per una storia originale ci sono tutti e hanno sicuramente suscitato la curiosità di un numeroso pubblico arrivato ieri sera ad applaudirlo, dagli amici storici come Little Tony, Miranda Martino, Donatella Pandimiglio, Marina Occhiena a Marisa Laurito, Nadia Bengala Alma Manera, Manuela Villa. La regia li mescola con sapiente equilibrio: dai monologhi introduttivi alle performance canore, che prevedono numerosi brani del grande maestro Domenico Modugno, che, quasi come una magia, corrispondono e si calano in modo perfetto alle vicende e agli accadimenti della vita di Gianni Nazzaro; dalle simpatiche e brillanti intromissioni di Memory ai balletti, per rendere più accattivante un percorso narrativo e coglierne il lato estetico. Abbiamo ritrovato un Gianni Nazzaro in grande forma e alla fine dello spettacolo ha salutato il suo pubblico dicendo: “Pensavate fossi scomparso, invece no, sono qui perchè tutto questo è meraviglioso. E' meraviglioso il pubblico, sono meravigliosi i ballerini , la mia memoria e tutto ciò che mi circonda. E aggiungiamo è meravigliosa la la celeberrima canzone del grande Mimmo Modugno “Meravigliso” con la quale ha chiuso lo spettacolo.
Repliche: venerdì 9 marzo – ore 21.00; sabato 10 marzo 2012 – ore 21.00; domenica 11 marzo – ore 17.30
Per informazione e prenotazione biglietti contattare il Teatro Greco. Tel. 06/8607513

Commenta Stampa
di Ennio Salomone
Riproduzione riservata ©