Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Grumo Nevano ha la sua Biblioteca


Grumo Nevano ha la sua Biblioteca
14/03/2009, 13:03

Con una delibera di giunta, l’esecutivo presieduto dal primo cittadino di Grumo Nevano Fiorella Bilancio, ha istituito, per la prima volta nella storia del centro del napoletano, la Biblioteca comunale.
La ‘casa della cultura’ avrà sede in via San Domenico nei locali di proprietà del Comune.
Un’istituzione di spessore che contraddistingue, ancora una volta, l’operato di una maggioranza che ha fatto dell’impegno sociale e culturale una costante della propria azione. “Amministrare un comune – dichiara il sindaco Bilancio – non significa ‘solo’ pensare alle opere pubbliche, ancorché fondamentali comunque non rappresentanti che una parte del nostro impegno, ma anche al sociale ed alla cultura, ovvero all’innalzamento del tasso di vivibilità della nostra cittadina. E l’apertura della biblioteca comunale va proprio in questa direzione”.
La struttura di via San Domenico ospiterà anche degli uffici comunali, quale l’Informagiovani, che sarà dotato di diverse postazioni internet messe a disposizione dei cittadini.
La biblioteca comunale parte da una dotazione di 884 volumi catalogati, per lo più costituiti da opere di narrativa. L’obiettivo, però è quello di arricchirla con altri volumi e, soprattutto, con opere multimediali consultabili direttamente dalle postazioni informatiche, facendone, così, un centro multimediale all’avanguardia a disposizione dei cittadini.
 
“Possiamo tranquillamente affermare – continua il sindaco Bilanciodi aver tagliato un altro importante traguardo. In pochi mesi di amministrazione, infatti, siamo già riusciti ad inaugurare il nuovo presidio sanitario in via San Domenico, mettere mano al recupero del campo sportivo con degli interventi che lo restituiranno ai cittadini pienamente efficiente, organizzare tutta una serie di iniziative di carattere sociale e ludico quali ‘Natale in allegria (ricco cartellone di spettacoli che ha allietato i cittadini di Grumo Nevano per tutto il periodo natalizio), aprire la Casa comunale ai cittadini, soprattutto agli alunni della scuola media grazie al progetto ‘Legalità’ (una viaggio attraverso l’istituzione locale tra gli uffici del comune) e dare la possibilità a diversi giovani neolaureati di fare un tirocinio formativo presso l’ente locale”.   

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©