Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

“Guidare Sicuri” giornata conclusiva alla Marie Curie

Un progetto sull'educazione stradale

.

“Guidare Sicuri” giornata conclusiva alla Marie Curie
25/05/2011, 15:05

NAPOLI - Presentato presso l’Istituto Tecnico Industriale Marie Curie, diretto dal dirigente scolastico Maria Filippone il progetto “ Guidare Sicuri “ per una Cittadinanza Attiva e Responsabile. Il progetto intende sensibilizzare gli alunni circa il tema della sicurezza stradale e si toccheranno temi come il rispetto delle regole della strada, i rischi legati alla velocità e la guida in stato di ebbrezza . Il Progetto nasce dalla consapevolezza dell’esigenza di attivare la conoscenza dei principi della sicurezza stradale, con particolare riguardo alle norme di comportamento degli utenti della strada
L’Educazione alla Sicurezza Stradale è collocata nella trasversalità del curricolo, nella dimensione di continuità educativa cui concorrono tutte le discipline, ma curata con interventi mirati a favorire l’acquisizione di conoscenze e comportamenti corretti specifici.
Intervenuti durante la questa giornata la Prof.ssa Gabriella Russo, la Prof. ssa Gabriella Di Natale e l’esperto giornalista di Educazione e Sicurezza Stradale dr. Davide Montella. Il programma ha visto la proiezione di un filmato” Il Suono della Musica” , realizzato dagli studenti dell’Istituto, a cui ha seguito la lezione teorica di Guida Sicura, dopodiché presentato un intermezzo musicale del gruppo EXS 902. In conclusione i ragazzi si sono cimentati nell’ampio parcheggio della scuola nella simulazione di prove di abilità alla guida dei ciclomotori, messi a disposizione dalla società Cuomoto L’intento dell’iniziativa è quello di promuovere e divulgare il valore della sicurezza stradale ed educare i giovani studenti alla guida responsabile e corretta dei ciclomotori nella convinzione che la scuola sia chiamata a svolgere un ruolo di primo piano nella costruzione di una cultura relativa alla sicurezza in generale, a quella stradale in particolare.

Commenta Stampa
di Ilaria Nacciarone
Riproduzione riservata ©