Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

5 giorni per scoprire il mondo dell'editoria indipendente

Ha inizio a Roma la fiera "Più libri, più liberi"


Ha inizio a Roma la fiera 'Più libri, più liberi'
04/12/2010, 11:12

ROMA - Anche quest'anno avrà luogo "Più libri, più liberi", la Fiera nazionale della media e piccola editoria che si terrà da oggi fino a mercoledì 8 dicembre presso il palazzo dei Congressi dell'Eur di Roma.
Ricchi sono i programmi di incontri per la kermesse sul mercato dell'imprenditoria indipendente: alla mostra quest'anno parteciperanno 400 editori, per un totale di 16.000 titoli di libri, e 700 ospiti tra cui artisti , autori, intellettuali, impegnati in circa 300 eventi.
Ad aprire la manifestazione oggi alle ore 12,30 sarà Andrè Schiffrin, il "guru" dell'editoria indipendente, che, parlando del rapporto tra "il denaro e le parole", tratterà il tema dell'editoria indipendente come valore economico e culturale da difendere, essendo un elemento di garanzia del pluralismo culturale e di pensiero.
Tra gli ospiti della prima giornata ci sarà Sandro Veronesi, che presentaerà il suo nuovo libro "XY". Nei prossimi giorni parteciperanno alla manifestazione culturale anche grandi protagonisti della letteratura italiana, come Andrea Camilleri, Adriano Sofri e il filosofo Vito Mancuso, e del mondo dello spettacolo, come Eugenio Bennato, Lucio Dalla, Faso il bassista di Elio e le Storie Tese, Alessandro Gassman, Sabrina Impacciatore, Valerio Mastandrea, Amanda Sandrelli e altri ancora.
Nel corso di questi cinque giorni per scoprire il mondo dell'editoria indipendente scrittori come Luis Sepuvelda, Muriel Barbery e Anne Wiazemsky offriranno spunti per importanti riflessioni di carattere internazionale. Ma verrà lasciato spazio anche ai testi classici, per i quali si svolgeranno letture di gruppo.
Tra le novità c'è il DigITal Cafè, dove ogni giorno si terranno incontri con i protagonisti dell'innovazione digitale che parleranno dell'arte, della letteratura e della politica nell'epoca di Internet. Inoltre, per la prima volta, ci sarà una rassegna cinematografica incentrata sulla storia dell'editoria italiana, intitolata "Editori in bianco e nero".

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©