Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

“Hommage a Marcel Proust”: viaggio nella letteratura francese attraverso le viscere di Napoli


“Hommage a Marcel Proust”: viaggio nella letteratura francese attraverso le viscere di Napoli
14/11/2012, 12:34

L’evento nasce dal genio del Prof. Gennaro Oliviero, fondatore dell’Associazione “Amici di Marcel Proust” (www.amicidimarcelproust.it) e proprietario del meraviglioso giardino, che ospiterà la promozione letteraria e ha già accolto numerosi eventi culturali tra cui presentazioni di libri e mostre d’arte. Il 18 novembre alle ore 16.00 in occasione dell’anniversario della morte dello scrittore francese, avvenuta nel 1922, il Prof. Oliviero, aprirà le porte dei Giardini di Babuk e del misterioso ipogeo al loro interno, che saranno visitabili dal pubblico.  Il nome orientale Babuk è stato scelto dal proprietario in onore del suo gatto preferito, oltre che per la bellezza della flora e delle fontane, il sotterraneo nascosto al suo interno,  che rendono l’atmosfera magica e suggestiva.

La cavità potrebbe essere stata realizzata a metà del XVII secolo per l’estrazione del tufo per la costruzione dell’edificio soprastante; una scalinata umida, dalle pareti graffite con croci e salamandre, probabilmente di valenza esoterica, ci conduce ad una cisterna, nel profondo delle terra, dove sono ancora riconoscibili i percorsi dei pozzari. Durante la seconda guerra mondiale l’ipogeo è stato sicuramente riutilizzato come ricovero e poi come discarica di rifiuti di ogni genere, fino al ritrovamento e alla riapertura del sito da parte del Prof Oliviero.

In questo fantastico scenario, l’attore napoletano Aldo Spina, leggerà un brano tratto dalla “Recherche”, l’opera più importante di Prouste; a seguire ci sarà la presentazione di “C.A.D. sociale”, l’associazione socio-culturale, che promuove, assiste e difende gli interessi individuali e collettivi, con gli interventi, dell’Ing. Gerardo Rosa Salsano, Presidente del C.A.D. Nazionale e del Dott. Francesco Muzio, Presidente del C.A.D. Provinciale di Napoli. Alle ore 18.00 sarà inaugurata la mostra fotografica dal titolo “Alla ricerca del tempo perduto”, traduzione dell’omonima opera francese “À la recherche du temps perdu”, di Massimiliano Cancello Tortora e Michele Passavanti, due fotografi emergenti dello scenario napoletano. Cancello Tortora è stato co-autore di “Antrum Secretum” un video diffuso su youtube, che ci conduce all’interno dell’antro  e che diffonde l’ incredibile scoperta del sottosuolo partenopeo. Un’occasione da non perdere, una domenica di cultura, di arte e di conoscenza.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©