Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Il film presentato alla undicesima edizione di “Open Roads”

I “Fantasmi” di Ozpetek piacciono agli Usa


I  “Fantasmi” di  Ozpetek piacciono agli Usa
10/06/2012, 12:06

NEW YORK, 10 GIU - L'undicesima edizione di 'Open Roads', il festival del cinema italiano a New York  è stata aperta dal film di Ferzan Ozpetek ,  “Magnifica Presenza” . I  “Fantasmi” di Ozpetek ,  protagonisti del film e' sono  stati la marcia in più , quell'elemento che ha reso particolare il film agli occhi del pubblico di New York. ''Forse gli americani sono piu' abituati ai fantasmi degli europei - ha spiegato - e' come se avessero molta piu' voglia di loro, sono piu' aperti al soprannaturale''.
LA TRAMA - A Roma, nel 2012, Pietro è un giovane pasticciere gay, pieno di fissazioni, che ha deciso di lasciare Catania e di trasferirsi nella Capitale, per seguire il proprio sogno di diventare attore. Tra provini e delusioni, Pietro trova casa in una palazzina del quartiere romano di Monteverde. Con suo iniziale terrore, Pietro scoprirà che la casa è abitata da un gruppo di fantasmi, che in seguito scoprirà essere una compagnia di attori tragicamente morti proprio in quella casa. Pietro instaurerà con questi particolari personaggi un saldo rapporto d'amicizia, e la loro solidarietà gli permetterà di affrontare anche momenti difficili. Per riconoscenza, anche Pietro cercherà di aiutare gli attori della "compagnia Apollonio" a liberarsi dal legame con il loro passato: riuscirà così a scoprire che, durante la Seconda Guerra Mondiale, gli attori lavoravano segretamente per la Resistenza ed erano stati traditi proprio dalla prima attrice della compagnia, Livia Morosini, che fino ad allora avevano creduto essere stata loro compagna. Finalmente liberi dalla loro maledizione, gli attori potranno mettere in scena al teatro Valle di Roma la loro commedia, avendo come unico spettatore proprio Pietro, l'unico che ha il "dono" di vederli.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©