Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

I Concerti di “Natale in Villa” a Villa Campolieto


I Concerti di “Natale in Villa” a Villa Campolieto
21/12/2009, 13:12


TORRE DEL GRECO - Continua con un gran successo di pubblico la tradizionale rassegna natalizia “Natale in Villa”, organizzata dalla Fondazione Ente Ville Vesuviane nella Villa Campolieto di Ercolano, con il patrocinio della Regione Campania e dell’Assessorato al Turismo della Provincia di Napoli. Martedì 22 dicembre alle 20,00 si esibirà con “Haydn tra Napoli, Vienna e Mannheim” l’Orchestra da Camera di Caserta diretta da Antonino Cascio, al flauto Marc Grawels.
“ Natale in Villa” prosegue con il suo programma fino al 10 gennaio 2010, con l’esposizione di circa 70 opere dedicate all’arte presepiale e realizzate dai soci dell’Associazione Italiana Amici del Presepio delle sezioni di Napoli, San Giorgio a Cremano, Ercolano, e dall’Associazione Presepisti Torresi “Salvatore Longobardi” e dal Laboratorio d’arte presepiale dell’Istituto Penitenziario di Nisida.

Prosegue, intanto, il lavoro della Fondazione Ente Ville Vesuviane con la sottoscrizione della importante convenzione con ARCUS S.p.a. che permetterà il completamento delle attività di valorizzazione della Villa delle Ginestre di Torre del Greco. Obiettivi dell’ambizioso progetto, nato con l’intento di dare definitiva sistemazione alla residenza leopardiana alle pendici del Vesuvio, è innanzitutto il completamento del restauro, già eseguito con un attento lavoro negli anni scorsi, ma reso nuovamente necessario in alcune parti per preservare in modo definitivo il monumento. Nell’ambito del progetto si lavorerà poi anche al miglioramento dei servizi legati alla ricettività e alla fruizione del monumento, sia dal punto di vista architettonico che letterario, con la realizzazione in particolare di un piccolo caffè letterario e conseguente arredo anche di spazi esterni.

Le mostre di arte presepiale saranno aperte al pubblico dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 20,00 chiuse il 24 - 25 - 31 dicembre 2009 e l’1 gennaio 2010.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©