Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

I FUOCHI MAGICI SI ACCENDONO NELLE CAMPAGNE ROMAGNOLE


I FUOCHI MAGICI SI ACCENDONO NELLE CAMPAGNE ROMAGNOLE
17/01/2009, 12:01

A chi capita di transitare nelle campagne romagnole fra la fine di febbraio e i primi di marzo, quando il sole è calato e i primi raggi della luna illuminano la terra ancora fredda e, non di rado, innevata, potrà accadere di vedere in lontananza dei falò, dei fuochi magici, con tanta gente raccolta attorno…

Per l’uomo, e in particolare per l’uomo-agricoltore più vicino alle forze della natura e per questo più dipendente dalle manifestazioni climatiche non facilmente prevedibili, la Primavera ha sempre assunto il valore di “tempo del propiziatorio”. In questo contesto il fuoco acquistava il significato simbolico di presenza necessaria al dialogo con le forze vitali e creative della natura. “I fuochi di marzo” (fuochi, focarine e focaracce) che si vedevano abitualmente fino agli anni Trenta nelle campagne e nei piccoli centri della Romagna rappresentavano quindi un importante rito tipico del mondo magico del contadino.
 
Riscoprendo e riproponendo questa antica e affascinante tradizione, conviviale e magica al tempo stesso, in provincia di Ravenna, Forlì e Ferrara dal 26 febbraio al 3 marzo 2009 prenderà vita la 9° edizione dei “Lòm a Merz”. Organizzato dall’Associazione “Il Lavoro dei Contadini”, l’evento prenderà vita nelle aie delle case contadine dei Comuni di: Faenza, Brisighella, Riolo Terme, Casola Valsenio, Lugo, Russi, Bagnacavallo, Ravenna, Alfonsine, (tutti in provincia di Ravenna) Modigliana (Forlì-Cesena) e Argenta (Ferrara).
Nei campi, all’imbrunire, vicino alle case di campagna verranno accesi dei grandi falò attorno ai quali prenderanno vita iniziative e incontri sulla tradizione e la cultura contadina romagnola, fra balli, spettacoli, mostre degli attrezzi della civiltà contadina e i mestieri “scomparsi”, mentre sarà possibile degustare vini e cibi della prelibata enogastronomia locale. Partecipano all’iniziativa: scrittori, cuochi, sommelier, artigiani, attori, musicisti, cantastorie ma anche geologi, ornitologi, antropologi che intratterranno il pubblico in molteplici appuntamenti tutti ad ingresso gratuito.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©